Tag

spread

Nel 2012 pagheremo duemila euro a testa per interessi sul debito pubblico. Auguri

– Il calo dei rendimenti dei titoli di Stato collocati mercoledì scorso ha dato sollievo alle borse e prima ancora, in prospettiva, alle tasche degli Italiani. Lo Stato pagherà un rendimento del 3,251% per i 9 miliardi di BOT emessi… Continua a leggere →

Dopo il Cav. ‘cicala’, la ‘formica’ Monti. Ora tocca all’Europa

– A quanti oggi indicano nel permanere di spread elevati il mancato successo della manovra Monti e la prova che il Governo Berlusconi non era poi cosí male, andrebbe probabilmente risposto con una risata. Oppure – a brigante brigante e… Continua a leggere →

Ci vuole ben altro

di SIMONA BONFANTE – Riceve l’apprezzamento degli Stati Uniti, dell’Europa, delle agenzie di rating, dei mercati la Salva-Italia di Mario Monti, ma non quello dei sindacati, dei partiti, delle caste e delle lobby italiane. A loro, che ci hanno sprofondato… Continua a leggere →

Patrimoniale/2 – Può migliorare un sistema fiscale inefficiente

– La tassazione del patrimonio può migliorare un sistema fiscale inefficiente. Spread e debito pubblico sono inscindibilmente legati. Il primo infatti, misurando la differenza di rendimento tra i titoli a dieci anni emessi dalla Bundesrepublik Deutschland e quelli emessi dalla… Continua a leggere →

Nani politici e ballerini finanziari

di SIMONA BONFANTE – Sostenere che Berlusconi, da solo, valesse un paio di centinaia di punti di spread è stata una di quelle strumentali leggerezze delle quali si è così copiosamente avvalsa la politica italiana – e non solo la… Continua a leggere →

Perso un anno, così accelereremo il cammino delle riforme

– “Finalmente, il giorno della verità. Forse. L’apparente contraddizione è in realtà lo specchio dello stato di confusione che finora ha dominato la discussione pubblica. Già in occasione del voto di fiducia sui cinque punti, lo scorso settembre, c’era stata… Continua a leggere →

Alle urne o al governo: come si tutela la sovranità popolare?

di SIMONA BONFANTE – Mario Monti ha – in potenza – una larga maggioranza parlamentare. Trasversale, meta-politica. Diversa da quella risultata alle elezioni tenute quasi quattro anni fa. Ma la Costituzione, questo argomento, non lo prefigura. La democrazia si regge… Continua a leggere →

Il segnale della fine (o quasi): si è invertita la curva dei tassi italiani

– Dopo la giornata politica di martedì scorso, culminata nell’impegno del premier Berlusconi di rassegnare le dimissioni dopo l’approvazione della Legge di Stabilità, i mercati hanno reagito negativamente. Perché? La situazione politica, che nel frattempo sembra aver imboccato l’unica soluzione… Continua a leggere →

Ai mercati la promessa di Berlusconi non basta. Via subito

PIERCAMILLO FALASCA – Questa non è una normale crisi di governo, questa è una crisi del debito sovrano. Il numero più importante della giornata di ieri non è 308, ma 500, la soglia che lo spread tra Btp italiani e… Continua a leggere →

Berlusconi come Don Ferrante. ‘Dimostra’ che la peste non esiste e ne muore

di CARMELO PALMA – Uno può anche parlare a mercati chiusi, che poi, comunque, riaprono e presentano i loro conti. Non di per sé giusti, ma reali, a differenza di quanto Berlusconi pensa e Alfano dice (gran brutto debutto, il… Continua a leggere →

Elogio del default

– Così come i media, nella loro stragrande maggioranza, denunciano i potenziali disastri  dell’ “effetto serra” per una parte delle nazioni, mentre ne tralasciano completamente gli insperati effetti positivi per le lande che sembravano destinate per sempre alla condizione desertica… Continua a leggere →

© 2009-2013 Libertiamo — Testata registrata presso il Tribunale di Roma. Direttore: Carmelo Palma.

Sito realizzato da Daniele CeschiTorna su ↑