Tag

Segneri

La partitocrazia italiana è un Cerbero

– Basta con il Terzo Polo, fosse pure il Primo. Non se ne può più! L’uscita dalla crisi politica italiana non sta nel fantomatico Terzo Polo e neppure nel Nuovo Ulivo né, tantomeno, nella Grande Destra. Sono tutte idee logore,… Continua a leggere →

Grillo non fa politica, ma spettacolo (e forse neppure lo sa)

– Un equivoco attraversa il mondo politico italiano. Si ritiene davvero che Beppe Grillo sia un attore politico quando, invece, è un attore comico – e non in senso dispregiativo. I suoi interventi dal palco non sono comizi, ma semplicemente… Continua a leggere →

La legalità è garantista, l’illegalità è giustizialista

– Uno dei meccanismi più subdoli utilizzati dall’anti-politica o dalla non-politica è quello di provocare il rovesciamento di senso dei fatti e delle parole. E così, seguendo un tale e sistematico sovvertimento della realtà, i vinti finiscono spesso con il… Continua a leggere →

Perchè i Radicali dovrebbero guadare alla parabola finiana

– La politica è fatta di dialogo e di contraddittorio. Se si vuole onorare la politica, perciò, è doveroso non ridurre le proposte a monologhi o, peggio, a soliloqui. Ma bisogna saper offrire reciprocità, ascolto, parola. E’ così che si… Continua a leggere →

Massoneria trasparente: il ‘Comma 22’ del Pd

– Il “Comma 22” è un paradosso contenuto nel libro Catch 22 scritto da Joseph Heller. Il paradosso riguarda un’apparente possibilità di scelta in una regola o in una procedura, dove in realtà, per motivi logici nascosti o poco evidenti,… Continua a leggere →

Nick Clegg il 6 maggio perderà, ma potrebbe essere il vero vincitore

– A maggio si svolgeranno, finalmente, le tanto attese elezioni politiche inglesi. La sfida tra Laburisti e Conservatori, cioè tra Gordon Brown e David Cameron, i due principali contendenti per Downing Street, si sta facendo sempre più stringente. Anche perché… Continua a leggere →

Perfido giudeo, fratello maggiore. Elio Toaff merita il laticlavio

– Tra le tante oscurità, il Novecento mantiene vivi ancora oggi i suoi raggi di sole. Seppur accesi dentro una storia umana fatta di cieche ideologie, guerre mondiali e atroci destini. Sono questi raggi di luce, però, che hanno permesso… Continua a leggere →

Tutte le riforme passano dal bivio del maggioritario. Di quello vero

– Il binomio «persona e territorio» rappresenta la base liberale per qualsiasi visione democratica. Si può ragionare sui meccanismi, ma il principio liberale sta nel rapporto diretto tra eletto ed elettore, tra l’eletto e il territorio di cui è espressione…. Continua a leggere →

Perché la Rivoluzione Liberale non c’è stata? Una risposta ‘pannelliana’

– Perché in Italia la “rivoluzione liberale” non c’è stata? Le risposte potrebbero essere tante, i motivi storici e culturali si sommano alle questioni politiche, le ragioni e i torti si confondono e si intrecciano tra loro, le analisi differiscono… Continua a leggere →

Il drago e il cavaliere

– Le vignette satiriche, se sono capaci di far riflettere e se riescono a suscitare letture più approfondite che vadano oltre il sorriso, allora possono essere considerate come dei veri e propri editoriali. Sono cultura. Come nel caso della recente… Continua a leggere →

Gli orti, i ghetti e le storie di Pannella

– “Non siamo mai stati ‘contro’. Noi siamo sempre stati portatori di una proposta”, è così che Marco Pannella sintetizza la sua politica del dialogo, di incontri e scontri con tutti, di contraddittorio e di contraddizioni con gli avversari o… Continua a leggere →

© 2009-2013 Libertiamo — Testata registrata presso il Tribunale di Roma. Direttore: Carmelo Palma.

Sito realizzato da Daniele CeschiTorna su ↑