Tag

Economist

Madonna, ci diventi comunista anche tu?

– Diciamo la verità: nessuno di noi sa a cosa serva il Ministero per l’Attuazione del Programma di Governo. Alzi la mano chi ricorda, ad esempio, una dichiarazione del Ministro Rotondi, sempre piuttosto querulo su molteplici faccende, riguardo allo stato… Continua a leggere →

Commodities agricole/2, crisi e fenomenologia degli sprechi: la funzione del prezzo

– L’Economist ha dedicato al problema del cibo una serie di interessanti articoli riuniti nello Special report on feeding the world. Tra i molti aspetti presi in considerazione, dalle ragioni dell’aumento dei prezzi delle materie prime alle biotecnologie, uno in… Continua a leggere →

Putin sarà ‘un amico’, ma la Russia no. E’ un vicino scomodo e gioca un’altra partita

– La recente visita privata del Presidente del Consiglio al Primo Ministro russo Vladimir Putin ci pone di fronte a un interrogativo preciso, dalla risposta non facile: cos’è oggi la Russia? Secondo l’indice di democrazia calcolato dalla Economist Intelligence Unit… Continua a leggere →

Il viaggio è stato lungo, c’è ancora tanta strada da fare. Parola dell’Economist

– Si parla di politica italiana nell’ultimo numero dell’Economist, da oggi in edicola. Un articolo su Gianfranco Fini nella sezione “Leaders” ed un secondo pezzo più articolato sulla crisi interna al centrodestra (con un bel gioco di parole: “A FLI… Continua a leggere →

Perchè i Tories meritano di vincere, nonostante tutto. Con il fiato dei Libdem sul collo

– La settimana scorsa diversi giornali inglesi hanno pubblicato il loro endorsement in favore di uno dei partiti in corsa nelle elezioni britanniche. L’ultimo in ordine di tempo quello dell’Economist. Abituato a farlo per tutte le tornate elettorali dei principali… Continua a leggere →

The Quiet President

– Barack Obama cammina rilassato, solitario, pensoso, sulla superficie liscia di un immenso planisfero. Sotto l’immagine, un titolo volutamente non originale: “The Quiet American”. La cover story dell’Economist del 26 novembre scorso è un editoriale non firmato, quindi attribuibile al… Continua a leggere →

Ad Urumqi l’ennesima crepa del “formidabile” modello cinese

– Due settimane dopo i primi scontri di cui si è avuta notizia nella regione cinese dello Xinjang, gli aggiornamenti sulla situazione sono pressoché scomparsi dai telegiornali. Gli Uiguri, repentinamente saliti sulla ribalta internazionale a causa dell’esplodere della violenza nella… Continua a leggere →

© 2009-2013 Libertiamo — Testata registrata presso il Tribunale di Roma. Direttore: Carmelo Palma.

Sito realizzato da Daniele CeschiTorna su ↑