Categoria

Partiti e Stato

“Tutta colpa della Santanchè”. La mission impossible di difendere il berlusconismo ideale da quello reale

– In questo Paese sono svariati milioni gli elettori “diversamente berlusconiani”, che hanno smesso di votare il Cav. e soprattutto di credergli. Ci sono cioè milioni di italiani per cui Berlusconi è stato un mezzo, alla prova dei fatti inefficiente,… Continua a leggere →

Telecom, Alitalia. Capitani coraggiosi e banchieri patriottici. La chiamavano “italianità”

– Dell’italianità di Telecom, come di quella di Alitalia, si può dire a conti fatti che tra il concetto e l’oggetto e tra le promesse del prima e i risultati del dopo c’è stata una bella e prevedibile differenza. I… Continua a leggere →

Elezioni in Germania, cambierà il meno possibile. E l’Italia non cerchi giustificazioni

– La Merkel ha vinto, ha stravinto, ma dovrà probabilmente formare un governo di Grande Coalizione con i socialdemocratici della SPD (o in subordine, una coalizione minimal con i Verdi), stante il mancato ingresso in Parlamento dei liberali della FDP,… Continua a leggere →

Solo un atto politico condiviso può chiudere l’era Berlusconi

– Uno degli errori più clamorosi che sta compiendo la sinistra in queste settimane è ritenere che la condanna e la decadenza rappresentino il “game over” per Berlusconi. In realtà la sentenza pronunciata dal giudice Esposito ha rappresentato per molti… Continua a leggere →

Il solito garantismo personale. Per Berlusconi è sempre “diverso”

– Gli argomenti dei giuristi pro Cav. non mi sembrano né peregrini, né inoppugnabili, ma del loro testo giuridico purtroppo rileva – verrebbe da dire: oggettivamente – soprattutto il sottotesto politico e la manifesta incredibilità del secondo travolge la credibilità… Continua a leggere →

Berlusconi firma. Bye bye referendum, belli e impossibili

– Da quasi vent’anni tra quanti non si rassegnano all’anomalia italiana (e pre-berlusconiana) di un diritto storto e di una giustizia ingiusta, si discute se del garantismo opportunistico di Berlusconi rilevi più il garantismo o l’opportunismo e pesi più il… Continua a leggere →

Comunque il miglior venditore ambulante d’Italia

– L’IMU è abolita. Poco importa, come sottolinea il viceministro Fassina, se ciò non significa che la prima casa sarà esente da tasse. Poco importa se a Montecitorio già aleggia lo spettro dell’inedita service tax, incognita che potrebbe rivelarsi – sotto alcuni aspetti e per determinate categorie… Continua a leggere →

Un Cav. tendenza Bompressi? Una strada sbagliata. La grazia non è mai riparatoria

– Le parole di Napolitano si prestano evidentemente a interpretazioni di comodo.  Tutti vi possono trovare conferme alle ragioni proprie e ai torti altrui. Il Capo dello Stato cerca di disinnescare una bomba a più micce, non tutte nel campo… Continua a leggere →

“Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo”. La paralisi politica perfetta. Riflessioni sull’immortalità del Cav.

– “Hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo”. Nell’estate del 2013 De Gregori, che non è mai tramontato, quindi non si può dire torni in auge, va di moda. Perché se al nome Pablo si sostituisce quello Berlusconi, il gioco è… Continua a leggere →

Il leader eterno di un centro-destra che non è mai esistito. Berlusconi lascerà molti orfani, ma non liberali

– “Lo raccolgono quasi spacciato, ma Nuvolari rinasce come rinasce il ramarro”. Così, in un brano del ’76, Lucio Dalla immortalava la figura di Tazio Nuvolari, gatto dalle sette vite dell’automobilismo italiano. Non da meno, come nella leggenda dell’araba fenice,… Continua a leggere →

Le infinite sfumature del grigio, politico, italico niente

– Sarebbe stato quasi piacevole che in quest’estate, sotto molti profili dal clima soffocante, per commentare l’attualità ci si fosse trovati a scegliere, nella libreria, tra i Sei personaggi in cerca d’autore o Il Gioco delle Parti. Sarebbero stati titoli,… Continua a leggere →

© 2009-2013 Libertiamo — Testata registrata presso il Tribunale di Roma. Direttore: Carmelo Palma.

Sito realizzato da Daniele CeschiTorna su ↑