Autore

Simona Bonfante

Thatcher vista da sinistra. Non fu conservatrice, ma antisocialista e quindi progressista

– Non credo Margaret Thatcher fosse una conservatrice. L’anti-socialismo è il contrario del conservatorismo. E lei quello dedicò la vita politica a “spazzare via”: l’ideologia ed il relativo indotto castale-interdittivo. Ideologia e apparato che, pure presi singolarmente, non hanno mai… Continua a leggere →

Matteo Renzi ha perso prima del voto, sulle regole. Anche per colpa sua

di SIMONA BONFANTE – Bravo bravo bravo Matteo Renzi. Ha combattuto una battaglia giusta, l’ha combattuta sapendo di poterla perdere, l’ha combattuta in prima persona. L’ha combattuta fino all’ultimo. Improvvisando fino all’ultimo. E riuscendo, fino all’ultimo, a sparigliare i piani degli… Continua a leggere →

Il prossimo governo si sceglie domani. Alle primarie del Pd

di SIMONA BONFANTE – Le prossime politiche le vincerà il centro-sinistra. Il primo partito sarà il Pd. Il candidato Premier scelto dalle primarie del Partito Democratico sarà la persona che assumerà (o designerà chi dovrà assumere) il governo del paese. Le… Continua a leggere →

Primarie Pd, Bersani alla pompa per un pieno di ipocrisia (staliniana)

di SIMONA BONFANTE – Per acquisire il diritto di votare alle primarie bisognerà rinunciare ad un diritto costituzionale, nella fattispecie il diritto alla segretezza del voto. La illuminante constatazione viene da Giovanni Guzzetta, via Twitter. Ecco, siamo a questo punto: la… Continua a leggere →

Il racconto del capo

– Considerazione a caldo n.1. Se il Pd, pur vincendo saltuariamente le elezioni, manca di ‘marcare la storia’ – o, detto più prosaicamente, di fare la differenza – il motivo c’è, è profondo, ed è drammaticamente consustanziale: più che un partito, è… Continua a leggere →

Pd, la versione di Renzi

di SIMONA BONFANTE – Di questo Pd il paese non sa che farsene; come, d’altronde, di questo Pdl e della variegata costellazione di partiti minori (irrilevanti?) a cui i voti esiziali ancora rastrellati qua e là conferiscono (ancora) una specie di… Continua a leggere →

Della Spending Review e dell’insostenibile arroganza dei sindacati

di SIMONA BONFANTE – I più solerti a proclamare guerra – preventiva – al governo che si accinge a varare la Spending Review sono stati i sindacati. I dipendenti pubblici non si toccano – strepitano. Che si taglino gli sprechi e si… Continua a leggere →

Who do I call if I want to speak to Europe?

– “Who do I call if I want to speak to Europe?” Pare che Henry Kissinger questa frase non l’abbia mai pronunciata; ma che, se anche l’avesse fatto,  non avrebbe inteso lamentare la mancanza di una voce unica europea, ma l’assenza di… Continua a leggere →

Coraggio o morte

di SIMONA BONFANTE – Non so se sia chiaro dove siamo. Siamo che il prossimo lunedì potremmo non esserci tecnicamente più. Evaporati. Svuotati di beni da impegnare e di sovranità da cedere: a Fmi, Bce ed Europa. Ci ritroveremmo d’emblée in… Continua a leggere →

Fiat, la sentenza che discrimina chi non ha la tessera Fiom

di SIMONA BONFANTE – Licenziare e non-assumere sono cose diverse. Anche selezionare e discriminare sono cose diverse. E cose diverse sono pure la Fiat 2 e la Fiat 1, cioè la NewCo e la vecchia Pomigliano. Diversa la profilazione manageriale, il… Continua a leggere →

Se va bene, andrà peggio

di SIMONA BONFANTE – Rubo il titolo ad un e-book del Bruno Leoni, una raccolta di pronostici ragionati sulle possibili (probabili) implicazioni di tutto sto casino, la cui conclusione, appunto, è che Se va bene andrà peggio.  Il libro, appena pubblicato, ha… Continua a leggere →

© 2009-2013 Libertiamo — Testata registrata presso il Tribunale di Roma. Direttore: Carmelo Palma.

Sito realizzato da Daniele CeschiTorna su ↑