Categorized | Partiti e Stato

Serve governo del pareggio, troppi partiti scherzano col fuoco

– Per aprire la strada, che oggi sembra sbarrata, alla formazione del governo, occorre che tutte le forze politiche facciano un passo indietro. Solo così l’Italia potrà fare un passo avanti e non sarà frustrato il tentativo generoso e lucido del Presidente della Repubblica Napolitano di impedire che la crisi istituzionale finisca per aggravare quella economica e sociale. Bisogna fare un esecutivo che prenda atto del pareggio elettorale, ma anche della necessità di assicurare all’Italia una vera e buona continuità di governo, centrata su priorità programmatiche condivise. Il ritorno al voto, con questa legge elettorale, non garantirebbe affatto lo sblocco della situazione di stallo. Al contrario con ogni probabilità riconsegnerebbe, ancorché magari a parti invertite, la stessa ingovernabilità, aggravando così il rischio Weimar che l’Italia sta correndo. Troppe forze politiche stanno scherzando col fuoco.

 


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

3 Responses to “Serve governo del pareggio, troppi partiti scherzano col fuoco”

  1. lodovico scrive:

    La crisi istituzionale è figlia della lunga crisi industriale-economica che poi si è trasferita a quella finanziaria. Quando un “liberale” come Della Vedova ha scazzato sugli interventi che si dovevano fare negli anni 90 individuando sempre falsi obiettivi( più che combattere la finanza che dilagava a causa della crisi delle aziende si doveva intervenire su queste fornendo loro un nuovo modello fiscale), più che fare un doveroso passo indietro dovrebbe lasciar spazio ad altri.

  2. Andrea B. scrive:

    Si, ma il pareggio che c’è stato non riguarda la forza politica di Monti…lui ed i suoi interessati adepti possono ( e devono) starsene fuori dalla stanza dei bottoni.

    O vogliamo istituzionalizzare il fatto che “certuni” possono stare sempre al governo, indipendentemente dai quanti (pochi) voti hanno preso?
    Se si va in questa direzione salta fuori nuovamente pure Casini, scommettiamo ?

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] “ libertiamo.it “ – Per aprire la strada, che oggi sembra sbarrata, alla formazione del governo, occorre che […]