Russia, pronta legge per interrompere adozioni bimbi negli Usa

Prosegue la guerra diplomatica tra Russia e Stati Uniti scoppiata dopo che gli Usa hanno varato il Magnitsky act.

Mosca, infatti, è pronta ad adottare una norma che vieta le adozioni di bimbi russi da parte di famiglie americane.

Il provvedimento, inserito nella riforma del programma federale di sostegno agli orfani russi che punta a favorire le adozioni “domestiche, in realtà fa parte di un pacchetto di altre misure assunte come rappresaglia agli Stati Uniti dopo la legge Magnitsky.

Il Commissario per l’infanzia Pavel Astakhov ha spiegato che grazie a questa legge entro sette anni potrebbero essere chiusi la maggior parte degli orfanotrofi (noti come ‘internat’), lasciando aperti solo quelli “specializzati”.

Ma in questo modo, hanno obiettato i critici alla legge, si penalizzerebbero soprattutto i bambini malati, di solito adottati di più dalle famiglie straniere.


Autore: Riccardo Lo Monaco

Ha studiato giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Cagliari. Liberale e libertario, attivo nel campo della tutela ambientale, della libertà religiosa e dei diritti civili. E' tra i promotori di ZeroPositivo.

Comments are closed.