Usa-Russia, scintille su lista Magnitsky

Tensione alle stelle tra Washington e Mosca dopo l’approvazione del Congresso americano di misure per punire duramente i cittadini russi coinvolti nel caso di Serghei Magnitsky, l’avvocato attivista del movimento per le libertà civili in Russia morto nel 2009 dopo essere stato arrestato dalla polizia.

Si tratta di una vera e propria lista, denominata appunto lista Magnitsky, che ha scatenato le ire del Cremlino, tanto che il ministero degli esteri russo ha parlato di ”pretesti inventati per imporre sanzioni finanziarie e legate ai visti contro alcuni cittadini russi”. Un atto, ha aggiunto Mosca, che può rovinare i rapporti bilaterali tra i due Paesi.

In particolare la legge, che attende di essere promulgata dal presidente Usa Barack Obama, contiene una lista di nomi di funzionari e uomini di affari russi che le autorità statunitensi ritengono direttamente coinvolte nella morte dell’avvocato russo. A queste persone sarà vietato recarsi negli Usa e saranno congelati i beni eventualmente detenuti negli Stati Uniti.

Mosca ha reagito facendo approvare una legge, che finora ha avuto l’ok solo della Duma, che prevede l’istituzione una lista nera di cittadini americani “implicati nella violazione del diritti dei cittadini russi”.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

One Response to “Usa-Russia, scintille su lista Magnitsky”

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] Posted on 27 dicembre 2012. Tag: lista Magnitsky, Putin, Quercetti, Russia, USA – Prosegue la guerra diplomatica tra Russia e Stati Uniti scoppiata dopo che gli Usa hanno varato il Magnitsky act. […]