– Una maxi multa da 1,47 miliardi di euro a 6 gruppi internazionali produttori di tubi catodici per tv e schermi per computer per aver organizzato tra il 1996 e il 2006 un cartello mondiale su prezzi, quote di mercato e clientela.  

La scure dell’Antitrust europeo si è  abbattuta su Chunghwa, LG Electronics, Philips, Samsung (che hanno organizzato un cartello sui tubi catodici per entrambi i settori) e su Panasonic, Toshiba, Mtpd (attualmente filiale di Panasonic) e Technicolor (che hanno partecipato solo al cartello sui tubi catodici per tv).

Chunghwa, che e’ stata la prima impresa a rivelare gli accordi alla Commissione, ha beneficiato dell’immunità totale.