Categorized | Notizie Liberali

Per la Russia di Putin le ONG sono ‘agenti stranieri’

Da oggi è in vigore in Russia la legge che prevede che tutte le ONG che svolgano attività politica e ricevano finanziamenti dall’estero si auto-qualifichino giuridicamente come “agenti stranieri”. Tutte costrette ad ammettere, insomma, di collaborare con il nemico e non solo a osservare regole di trasparenza rispetto all’origine delle risorse impiegate.

Le principali organizzazioni non governative russe hanno annunciato che disobbediranno a questa prescrizione e ricorreranno in tutte le sedi nazionali e internazionali per opporsi ad una legge, che costituisce una limitazione obiettiva della libertà civile e non solo della reputazione delle forze di opposizione .

Le sanzioni previste per le ONG che non si conformeranno alla nuova regola sono particolarmente dure: la chiusura per via giudiziaria e la condanna fino a due anni di carcere per i loro dirigenti.

 


Autore: Riccardo Lo Monaco

Ha studiato giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Cagliari. Liberale e libertario, attivo nel campo della tutela ambientale, della libertà religiosa e dei diritti civili. E' tra i promotori di ZeroPositivo.

Comments are closed.