Cina, ecco il nuovo vertice del Pcc, Politburo passa da 9 a 7 membri

– Definito il Politburo del Partito Comunista cinese: ridotto da 9 a 7 membri il principale organo di potere della Cina è composto da Xi Jinping, che prende il posto Hu Jintao alla carica di segretario del Partito e, da marzo sarà anche presidente della Repubblica, nonché numero uno della Commissione militare centrale; Li Keqiang assumerà invece l’incarico di premier sostituendo Wen Jiabao.

Nel Politburo anche Wang Qishan, Zhang Dejiang, Yu Zhengsheng, Liu Yunshan e Zhang Gaoli.

Resta fuori Liu Yandong, l’unica donna quotata per entrare a far parte del Politburo.

Secondo molti osservatori, la riduzione da nove a sette dei membri sere a garantire una maggiore coesione in un partito che nell’ultimo anno è stato travolto da scandali e aspre lotte intestine.

Nel suo discorso di insediamento Xi Jinping ha parlato proprio della corruzione, definendolo un “problema urgente” che deve essere affrontato innanzitutto “comportandoci in maniera onorevole”.

La Cina, ha aggiunto a proposito della riforme, ”deve conoscere meglio il mondo e il mondo deve conoscere meglio la Cina”.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.