Ocse, 2016 l’anno del sorpasso di Cina e India su Usa

Nel 2016 la Cina sorpasserà gli Stati Uniti quale maggiore economia mondiale e poco dopo gli Usa cederanno il passo anche all’India.

E’ quanto prevede l’Ocse nelle prospettive di crescita di lungo termine.

Entro il 2025 il Pil della Cina e quello dell’India sorpasseranno quelli dell’intero G7 mentre entro il 2060 saranno superiori ai Pil di tutti gli attuali 34 Paesi industrializzati (attualmente sono pari solo a un terzo).

Quest’anno, inoltre, la Cina supererà l’Eurozona e l’India il Giappone ma per la zona euro dovrà aspettare circa 20 anni. Fino al 2020 Pechino manterrà il tasso di crescita maggiore, poi sarà la volta di India e Indonesia.

Una volta superata la crisi, la prospettiva per i prossimi 50 anni vedrà il Pil mondiale crescere a un tasso del 3%, con il reddito pro capite dei Paesi più poveri che aumenterà di quattro volte.

Anche il Pil pro capite di Cina e India aumenterà vertiginosamente (di 7 volte) sebbene, precisa l’Ocse, gli standard di vita in questi Paesi resteranno ancora lontani da quelli dei principali Paesi industrializzati.

 


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.