Francia, dal governo 20 mld di sgravi fiscali a imprese

Sgravi fiscali alle imprese per 20 miliardi in tre anni, di cui dieci nel 2013, cinque nel 2014 e il restante nel 2015. E’ quanto ha deciso il governo del primo ministro francese Jean-Marc Ayrault.

Le aziende potranno beneficiare di crediti verso il fisco che dovranno tuttavia essere utilizzati per aumentare gli investimenti e i livelli occupazionali, ma non per pagare dividendi.

Secondo Ayrault, la misura corrisponde a un taglio del 6% sul costo del lavoro, che e’ fra i piu’ alti in Europa. Ne potranno beneficiare tutte le aziende, non solo quelle esportatrici. Gli sgravi saranno finanziati da tagli alla spesa pubblica per ulteriori 10 miliardi a partire dal 2014 in aggiunta ai provvedimenti già annunciati nel recente passato.

Nei giorni scorsi uno dei principali industriali del paese, Louis Gallois, in un rapporto sul declino della  competitività dell’industria nazionale, aveva chiesto uno stanziamento ancora maggiore,  pari a 30 miliardi.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.