– Una vera e propria emorragia di capitali dalla Spagna in crisi: solo nei primi 8 mesi del 2012 sono fuggiti dalla penisola iberica 247,17 miliardi di euro, secondo quanto emerge dall’ultimo rapporto sulla bilancia dei pagamenti pubblicato dalla Banca di Spagna.

   Questa fuga di capitali dura ormai da 14 mesi, anche se ad agosto il fenomeno ha subito un rallentamento con uscite per 11,797 miliardi, il 34,7 per cento in meno rispetto allo stesso mese del 2011.