Categorized | Notizie Liberali

Spazio, l’Esa lancia Cheops, missione per studiare pianeti extrasolari

Si chiama Cheops e studierà i pianeti al di fuori del sistema solare.

Acronimo di CHaracterizing ExOPlanets Satellite, la nuova missione dell’Esa, l’agenzia spaziale europea, avrà il compito di osservare le stelle attorno alle quali è già nota la presenza di pianeti o di cui ci sono forti indizi.

L’obiettivo scientifico principale di Cheops è studiare la struttura di pianeti extrasolari con raggi che vanno tipicamente da uno a 6 volte quelli della Terra e con masse fino a 20 volte quella del nostro pianeta, in orbita attorno a stelle luminose.

“Cheops sara’ in grado di misurare, in quella frazione di sistemi extrasolari dove i pianeti transitano davanti alla loro stella madre, la loro dimensione con grande accuratezza”, ha spiegato Isabella Pagano, dell’Inaf-Osservatorio Astrofisico di Catania, una dei tre membri del team italiano che fanno parte della missione.

“Questo parametro è molto importante perchè ci permetterà di risalire alla densità di quei pianeti e quindi alla loro struttura interna. Un’informazione decisiva per capire come i pianeti si siano formati e più in generale come siano fatti i sistemi planetari al di fuori del nostro“.

L’Agenzia Spaziale Italiana fornirà un contributo determinante alla missione affidando all’industria nostrana la realizzazione degli specchi, dello schermo e di parte del sistema di puntamento e supportando gli scienziati per le attività di loro responsabilità.

La missione potra’ inoltre contare sull’utilizzo del Centro Asi di Malindi come stazione di terra e sull’ASI Science Data Center (ASDC) come contributo alla riduzione e all’archiviazione dei dati.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.