Russia, la pop star Madonna denunciata per “propaganda gay”

Dovrà comparire in udienza davanti ai giudici russi con l’accusa di aver provocato “danni morali per aver promosso l’omosessualità”.

La pop star internazionale Madonna, che ha già disertato la prima udienza fissata per l’11 ottobre, ora è attesa davanti alla corte di San Pietroburgo giovedi’ 25 ottobre.

La denuncia è stata presentata dal “Sindacato dei cittadini russi”, un gruppo di attivisti filo-Cremlino, che chiede un risarcimento di 333 milioni di rubli (circa 10 milioni di dollari) per la violazione della legge in vigore a San Pietroburgo che proibisce la propaganda dell’omosessualita’ tra i minori.

Durante il suo concerto nella capitale degli Zar lo scorso agosto, Madonna aveva esortato i fan a difendere i diritti gay, chiedendo inoltre la liberazione del gruppo punk femminista Pussy Riot.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.