Cuba, arresta blogger filo statunitense Yoani Sanchez

La blogger cubana e filostatunitense Yoani Sanchez e’ stata arrestata nella citta’ di Bayamo, a Cuba.

L’accusa delle autorità dell’isola è che aveva ”l’intenzione di mettere in atto una provocazione e uno show mediatico” in occasione del processo all’attivista spagnolo Angel Caromero.

Nata a L’Avana il 4 settembre del 1975, Sanchez e’ l’autrice del blog Generacion Y, tradotto in 20 lingue e creato nel 2007 in collaborazione con un server tedesco, sul quale muove delle accuse pesanti al castrismo. In Italia il suo blog è pubblicato su La Stampa.it

Già in manette il 6 novembre 2009 mentre si recava a una manifestazione contro la violenza a L’Avana, il 16 dicembre del 2010 Wikileaks pubblicò un cablogramma in cui Yoani Sanchez spiegava ai diplomatici americani che a Cuba era impossibile fare acquisti su Internet tramite Pay Pal, sottolineando che ”simili angoscianti restrizioni” non possono che ”favorire un cambiamento”.

Per il suo blog ha ricevuto il Premio Ortega y Gasset istituito dal quotidiano spagnolo El Pais ed e’ stata selezionata dalla rivista Time come una delle 100 persone piu’ influenti del 2008. Il 27 novembre 2008, la televisione tedesca Deutsche Welle le ha assegnato il premio The Bobs 2008 al Miglior Weblog Internazionale.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.