Germania, Amburgo riconosce tre giorni festivi musulmani

Festività musulmane ufficialmente riconosciute ad Amburgo. La città-Stato tedesca, infatti, ha introdotto nel suo calendario alcuni giorni festivi dedicati ai cittadini di religione islamica, dopo aver raggiunto un accordo con la vasta comunità musulmana residente che rappresenta circa il 5% della popolazione.

Ciò è stato possibile soprattutto grazie al fatto che, come Berlino e Brema, Amburgo ha lo status di Land, che consente autonomia in materia scolastica e lavorativa.

Da parte loro i musulmani si impegnano a rispettare i diritti fondamentali e in particolare a favorire l’uguaglianza tra uomo e donna.

Per gli oltre 180mila musulmani, di cui una fetta consistente aleviti, setta islamica tra le più diffuse in Turchia, sarà dunque possibile godere di tre giorni di ferie (e gli studenti saranno esonerati dall’andare a scuola) per poter festeggiare l’Aid, che segna la fine del ramadan, l`Eid al-Adha e per l’Ashura.    

“Siamo di fronte a una nuova tappa e per alcuni abitanti non è facile accettare l’esistenza di una nuova religione. Siamo consapevoli che alcuni percepiscono l’islam come qualcosa di estraneo”, ha spiegato Christoph Krupp, capo del gabinetto del sindaco socialdemocratico Olaf Scholz.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.