Olanda, vincono i liberali di Rutte. Sconfitti gli euroscettici

Il partito liberale (VVD) del premier uscente Mark Rutte ha vinto le elezioni anticipate in Olanda, aggiudicandosi  41 seggi nella Camera bassa composta da un totale di 150 seggi, contro i 39 seggi del partito laburista (PvdA).

Ad uscire sconfitti dalla tornata elettorale i partiti antieuro: l’estrema destra di Geert Wilders ha perso nove seggi, da 24 a 15, mentre i socialisti euroscettici sono rimasti fermi a 15 seggi. Giù anche i cristiano democratici, con 13  deputati, mentre il gruppo di sinistra D66 ha vinto 12 seggi, due in più rispetto alla passata legislatura. Anche i Verdi sono usciti sconfitti, perdendo 7 deputati.

Sia Rutte che  il leader PvdA Diederik Samson non hanno escluso la possibilita’ di stringere un accordo per una coalizione di governo.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.