Il partito liberale (VVD) del premier uscente Mark Rutte ha vinto le elezioni anticipate in Olanda, aggiudicandosi  41 seggi nella Camera bassa composta da un totale di 150 seggi, contro i 39 seggi del partito laburista (PvdA).

Ad uscire sconfitti dalla tornata elettorale i partiti antieuro: l’estrema destra di Geert Wilders ha perso nove seggi, da 24 a 15, mentre i socialisti euroscettici sono rimasti fermi a 15 seggi. Giù anche i cristiano democratici, con 13  deputati, mentre il gruppo di sinistra D66 ha vinto 12 seggi, due in più rispetto alla passata legislatura. Anche i Verdi sono usciti sconfitti, perdendo 7 deputati.

Sia Rutte che  il leader PvdA Diederik Samson non hanno escluso la possibilita’ di stringere un accordo per una coalizione di governo.