Cina, a Settembre congresso per cambio al vertice del partito comunista

– Grandi manovre in Cina in vista del cambio al vertice del Partito comunista.

Nei giorni scorsi lo Stato maggiore si è riunito in un conclave segreto nella città costiera di Beidaihe per mettere a punto la strategia del passaggio di poteri alla nuova classe dirigente.

Dopo lo scandalo Bo Xilai, che avrebbe dovuto prendere le redini del partito salvo poi essere arrestato per gravi violazioni alla disciplina (la moglie, invece, è accusata di aver ucciso un cittadino britannico), a prendere il posto del presidente Hu Jintao e del premier Wen Jiabao dovrebbero essere, rispettivamente, l’attuale vice presidente Xi Jinping e l’attuale vice premier Li Keqiang.

Ma nel conclave si sarebbe anche parlato di altre questioni, come la riduzione dei membri del Politburo da nove a sette: tra questi, oltre a presidente e premier, ne dovrebbero far parte Li Yuanchao, capo del Dipartimento organizzativo, Wang Qishan, vice premier, Zhang Dejiang, vice premier e segretario del partito di Chongqing e Yu Zhengsheng, segretario del partito a Shangai.

Intanto, secondo indiscrezioni di stampa, la data dell’avvio del diciottesimo Congresso sarebbe stata anticipata a settembre.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.