Categorized | Il mondo e noi

La Spagna vuole un vero leader politico. Come Monti

– Uno spettro in loden si aggira per l’Europa: è quello di Mario Monti, che sta minando la credibilità delle classi politiche europee di Italia e Spagna, i due grandi paesi dell’eurozona che più scontano la crisi economica-finanziaria e, conseguentemente, di credito politico.

Alcuni recentissimi sondaggi commissionati da importanti testate iberiche rivelano che la maggioranza degli spagnoli, dopo appena sette mesi, vorrebbe già mandare a casa Mariano Rajoy, eletto a novembre con 186 seggi (maggioranza assoluta) e con il 44,62% dei voti.

Il Partito Popolare, secondo El Pais, ha perso 16 punti e ora è al 30% dei consensi (sette mesi fa era al 46%).

Per Deloitte, Rajoy avrebbe perso anche la fiducia degli imprenditori, al 29,5% contro il 50% di gennaio. Persino il filo-governativo El Mundo dà il Pp in caduta libera, sottolineando però che nemmeno il principale partito di opposizione, il Psoe di Rubacalba, gode di ottima salute (+0,8%, dal 28,8% al 29,6%).

Ma è La Vanguardiaa fornire il dato più eclatante: il 62% degli spagnoli preferirebbe a Rajoy un premier tecnico. Un “Monti iberico”, insomma (fonti: “Spagna, Rajoy in bilico: potrebbe lasciare a un Monti spagnolo” e “Madrid, crolla il consenso di Rajoy”, articoli di Gian Antonio Orighi suLa Stampa del24 luglio 2012 e del31 luglio 2012).

L’interpretazione di quest’ultimo dato l’ha suggerita lo stesso premier italiano in un’intervista radiofonica: ”Queste cose – ha detto – sembrano solo fatti di costume o battute di spirito ma contengono un elemento molto interessante: stanno cadendo i confini anche tra le politiche nazionali, per cui il destino di ognuno dei nostri paesi dipende anche dalla capacità degli altri di governare”.

Forse è proprio per questa sensazione diffusa tra gli italiani di avere “finalmente un governo capace di governare”, con un rappresentante serio e credibile che giochi le sue carte in Europa e nei principali tavoli internazionali, che attualmente Monti può ancora vantare un rassicurante 43% di fiducia da parte dei propri concittadini (sondaggio Emg per Tg La7 del30 luglio 2012). Certo, molto meno dei picchi del 60-65% di quando si insediò a Palazzo Chigi. Ma da novembre a oggi, sotto i ponti sono passate le misure di austerità, le bizze dei mercati e i “capricci” della strana maggioranza che sostiene il governo.

A proposito di partiti: nessuna delle due principali forze politiche italiane attualmente arriva a sfondare la soglia del 30%. Il Pd si ferma infatti al 27,9% (contro il 33,2% delle elezioni del 2008) mentre il Pdl si attesta al 20,3% (era il 37,4% quando Berlusconi vinse le elezioni). Esattamente la stessa sfiducia nella politica che c’è in Spagna.

Ed è forse per questo, cioè dopo 7 mesi di governo “legittimamente eletto”, ma ancora disarmato davanti alla crisi, che ora gli iberici vorrebbero essere rassicurati. Rassicurati dal fatto di avere un maggior peso “politico” in Europa, nel momento in cui proprio in Europa si decidono le sorti nazionali. Esattamente il tipo di apporto, tutto politico, che Monti dà all’Italia nella consapevolezza di aver fatto i compiti a casa. Perché questa oggi sembra la morale della favola (speriamo a lieto fine): la credibilità politica non è appannaggio di chi è investito di un mandato elettorale, ma di chi sembra in grado di esercitare un potere reale e riconosciuto in difesa dell’interesse nazionale. Monti, secondo una teoria in voga fino a qualche mese fa è un premier “abusivo” e manca dei titoli formali per rappresentare l’Italia; nondimeno politicamente la rappresenta più di quanto Rajoy rappresentila Spagna. E questo spiega perché nessuno – a partire da chi se ne sente usurpato – sembra avere la forza e l’interesse a sgambettarlo prima della fine della legislatura.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

One Response to “La Spagna vuole un vero leader politico. Come Monti”

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] crea recessione". I sindacati di Italia e Spagna …Libero NewsItaliaLavoroTv -Libertiamo.ittutte le notizie […]