Nord Corea, Jong-un sostituisce capo esercito. Timore di un colpo di Stato?

Cambio al vertice dell’Esercito Nord Coreano. Il capo di stato maggiore, Ri Yong-ho, uno degli uomini più potenti del regime di Pyongyang, e’ stato destituito per motivi di salute, lasciando tutti gli incarichi istituzionali, compreso quello di membro del presidium del Partito dei Lavoratori al potere e di vice presidente della Commissione militare centrale. Al suo posto andrà Hyon Yong-Chol.

La notizia crea scalpore, dato che Ri era considerato uno dei principali sostenitori del nuovo leader nordcoreano Kim Jong-un, apparendo spesso in pubblico al fianco del giovane leader.

Ma secondo gli analisti sarebbe stato proprio Jong-un a volere un avvicendamento al vertice dell’Esercito, proprio per ottenere il controllo totale sulla potente macchina militare di Pyongyang e scongiurare così anche la più remota ipotesi di un colpo di Stato.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.