Enrique Pena Nieto e’ il nuovo presidente del Messico: a scrutini ormai utlimati, il 45enne candidato del Partito rivoluzionario istituzionale (Pri) ha ottenuto il 38% dei voti contro il 31% di Andres Manuel Lopez Obrador del Partito della Rivoluzione democratica (Prd), formazione di sinistra.

Il Pri aveva governato il Paese per 71 anni, ma aveva perso il potere nel 2000 a causa dell’impronta autoritaria e delle accuse di corruzione.

“I messicani hanno dato un’altra opportunita’ al nostro partito, la onoreremo con i risultati”, ha promesso Pena Nieto.

Delusione per Josefina Vazquez Mota, la candidata del Partito d’azione nazionale (Pan) del presidente uscente e non rieleggibile, Felipe Calderon, che ha ottenuto meno del 26%.