Germania, lascia capo intelligence, accusato di aver “coperto” cellula nazista

Avrebbe “coperto“ e utilizzato membri della cellula nazista Nsu come informatori: per questo il capo dell’intelligence tedesca Heinz Fromm, si è dimesso.

I nazisti dell’Nsu sono accusati di aver ucciso diversi cittadini di nazionalità turca residenti in Germania e, dopo alcune indagini, si è scoperto che i suoi membri erano informatori del Servizio Segreto. Ed è per questo che Fromm avrebbe coperto per anni gli eventi relativi alla Nsu, facendo anche sparire una serie di documenti che avrebbero dimostrato che i membri della Nsu erano informatori dell’intelligence.

Il ministero dell’Interno tedesco, attraverso un suo portavoce, ha fatto sapere che Fromm è “estremamente addolorato per gli errori commessi dai dipendenti della propria agenzia” e “preoccupato” per la perdita di fiducia nell’istituzione da lui guidata.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.