Tibet, Cina vieta accesso ai turisti dopo nuove autoimmolazioni

La Cina ha chiuso l’ingresso ai turisti nella regione del Tibet. Lo hanno reso noto le agenzie di viaggio cinesi.

La misura imposta dal Governo di Pechino, che fa seguito a una nuova ondata di autoimmolazioni di monaci tibetani, è stata decisa alla vigilia di un importante festival che richiama migliaia di turisti nella regione dell’Himalaya.

Secondo il gruppo Campagna Internazionale per il Tibet, sono 38 i tibetani che si sono dati fuoco negli ultimi mesi per protestare contro la repressione cinese. Lo scorso 27 maggio l’ultimo episodio di auto immolazione di due giovani a Lhasa.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.