Russia, Senato approva legge anti proteste, manca firma Putin

La Russia sta per avere una legge che sanziona duramente le manifestazioni non autorizzate. Il Senato ha infatti approvato un provvedimento che innalza drasticamente le multe per i partecipanti (fino a 7 mila euro) e per gli organizzatori (fino a 23mila euro) di manifestazioni non concordate con le autorità.

La legge, che ha suscitato dure proteste da parte dell’opposizione durante tutto l’iter parlamentare, ora dovrà essere firmata dal presidente russo Vladimir Putin, il quale ha già fatto sapere che la boccerà “solo se andasse contro le pratiche comunemente utilizzate e utilizzabili in altri Paesi”.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

2 Responses to “Russia, Senato approva legge anti proteste, manca firma Putin”

  1. antonimo scrive:

    Che strano, leggi simili ci sono anche in Italia, con la polizia che usa il pugno di ferro nelle manifestazioni, come a Genova, ma nessuno si scandalizza. Ora qualche “mente raffinatissima” vorrebbe scatenare il web contro Putin e probalimente qualche ingenuo abboccherà pure. Dobbiamo pretendere che Strasburgo, prima di pontificare sulla democrazia degli altri, si occupi della nostra o di quella degli Stati Uniti dove i pacifici manifestanti di Occupy Wall-Street vengono massacrati dalla polizia di New York cui le lobby erogano lauti emolumenti, peraltro senza che nessun giudice americano apra un procedimento per corruzione: Siamo alla farsa.

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] sanzioni per manifestazioni non …Il Fatto QuotidianoTGCOM -Giornale Radio Rai -Libertiamo.ittutte le notizie (62) » Nessun […]