Grillo sta alla politica come Giuliani sta alla sismologia

di CARMELO PALMA – Ieri Beppe Grillo dal suo sito-partito ha affidato il commento e la risposta politica al terremoto in Emilia a Giampaolo Giuliani, che – così ci viene presentato – “è in grado di anticipare di 6-24 ore il manifestarsi di un terremoto” e con la “sua ricerca sui precursori sismici ha salvato la vita a quanti, nel 2009 in Abruzzo e in questi giorni in Emilia Romagna, hanno dato ascolto ai suoi allarmi”.

Che i colleghi di Giuliani non riconoscano dignità scientifica ai suoi lavori sui precursori sismici e ritengano al contrario non dimostrata (allo stato delle conoscenze) l’asserita prevedibilità dei terremoti, non ha privato l’ex tecnico dell’Istituto di Fisica dello Spazio interplanetario di una fama controversa, meritata dopo il terribile terremoto dell’Aquila nel 2009. Che pare lui abbia predetto, ma anche no ( “lo sciame sismico andrà scemando con la fine di marzo” – e il 6 aprile ci fu il disastro) ma di certo ha usato per la sua polemica contro la scienza ufficiale. Intanto gli italiani, anche grazie a lui, si sono abituati ad intendere la sismologia – quanto l’economia, o la medicina… – come una scienza à la carte, in grado di dire tutto quello che le si chiede (e che si vorrebbe che dicesse) e in primo luogo di soddisfare il risentimento che la disgrazia suscita nelle vittime, fornendo loro un “colpevole”.

Che Grillo usi Giuliani (e viceversa) non deve sorprendere. Giuliani sta ai terremoti come Grillo sta alla politica. Rispondono entrambi al desiderio di riparazione, di giustizia e di contropartita per i torti ingiustamente subiti che il peso implacabile della rovina esige da chi è costretto a sopportarne le conseguenze più dolorose. Sono entrambi l’umano, troppo umano, risarcimento ad un senso oppressivo di impotenza e di abbandono.

“Una via di uscita dalla catastrofe deve esistere, se esiste una giustizia, no?”, sembra essere la domanda. E Grillo ne contrabbanda la risposta pescando in modo eclettico da un anti-sviluppismo new age ampiamente sbufalato e nondimeno popolarissimo e adattando l’angoscia catastrofista ad un paradigma “colpevolista” – le cose vanno male perché qualcuno vuole così. Giuliani sembra fare qualcosa di simile – i terremoti uccidono, perché qualcuno vuole così, visto che in teoria si potrebbero prevedere. Il pessimismo leopardiano sulla natura matrigna è così riscattato da una sorta di frustrazione moralistica, che predica un rimedio facile all’insufficienza “colpevole” del sapere scientifico.

Non sapremmo dire di Giuliani per il suo campo e la sua “scienza”. Ma per Grillo, che risponde alla domanda profonda di sicurezza con un’offerta superficiale di rassicurazione, è fin troppo chiaro quale sia il gioco. Se la gente vuole un “colpevole”, basta fornirgliene uno anonimo, impersonale e oscuro. Così anche le responsabilità vere scompaiono a vantaggio di quelle verosimili e inverosimili, ma comunque “esemplari”, che la disperazione suggerisce ai disperati.

Le conseguenze della crisi economica, come quelle del terremoto sono anche un prodotto dell’incuria, della negligenza e dell’improvvisazione, in senso lato, “politica”. Se un Paese arriva alla soglia del default dopo avere scavato per quasi tre decenni la buca finanziaria in cui rischia di finire seppellito, deve presentare giustamente il conto agli “scavatori” che si sono via via succeduti (e quindi anche a se stesso). Se un terremoto di magnitudo non catastrofica si abbatte su di un territorio ricco e civile con un’intensità catastrofica – e crollano case e capannoni che altrove sarebbero rimasti in piedi – esiste un evidente difetto nelle politiche di prevenzione. Non si è fatto quanto si sarebbe potuto.

La risposta moralmente azzardata a tutto questo è che, se non si è fatto il possibile, si deve fare allora l’impossibile. Scendere in corsa – come Grillo pretende – dalla giostra della speculazione e uscire dalla bolla del mercato reale per accomodarsi in una realtà economicamente ideale. E ovviamente non limitarsi a prevenire gli effetti dei terremoti, ma prevenire direttamente il sisma, perché così sarebbe più giusto. Come quando Berlusconi nel 2010 prometteva una sorta di piano triennale per sconfiggere il cancro entro la fine della legislatura.

Di fronte alla calamità, alle crisi e ai rovesci della fortuna, un paese torna a stringere solidarietà naturali e spontanee e a slatentizzare sindromi profonde. La diffidenza per la ragione e l’eccessiva e irreligiosa confidenza col “miracolo” è una di queste. E’ logico – verrebbe da dire “giusto” – che ora ad usarne e abusarne, come altri prima di lui, sia il pifferaio a cinque stelle. Come abbiamo già scritto, Grillo è la “cura di Bella” applicata alla politica. Ha lo stesso successo, ma avrà gli stessi esiti.

————————————–

Twitter @carmelopalma


Autore: Carmelo Palma

Torinese, 44 anni, laureato in filosofia. E' stato dirigente radicale, consigliere comunale di Torino e regionale del Piemonte. Direttore dell’Associazione Libertiamo e della testata libertiamo.it. Gli piace fare politica, non sempre gli riesce.

86 Responses to “Grillo sta alla politica come Giuliani sta alla sismologia”

  1. Gigi scrive:

    Resto veramente a bocca aperta quando qualcuno, come lei, riesce a scrivere tante stronzate in una sola paginetta.

  2. Lorenzo scrive:

    Ma si rende conto delle idiozie che ha scritto??????? Poi tira fuori anche la cura di bella??????? Ma si informi un po invece di andare sul dizionario a prendere termini qua e la per scrivere una pseudo specie di articolo…
    Guarda rimango sempre più sbalordito dall’ignoranza delle persone

  3. Marianna scrive:

    Ah, i commenti agli articoli di Libertiamo che, anche marginalmente, osano affermare qualcosa di diverso dall’assoluta perfezione del Guru.
    Ah, quale finezza d’argomentazione, quale educazione, quale gigantesco apporto al dibattito.

    Ah, la tauromachia.

  4. Paolo scrive:

    Non sono del M5S e non sono grillino, ma dire che Grillo cerca per forza un colpevole, perchè la gente lo chiede, non è anche cercare in Grillo un colpevole perché chi ha scritto l’articolo lo vuole?

  5. Redazione scrive:

    Sarebbe facile, se le cose andassero come vogliono gli autori degli articoli.

    “Ma è un destino che i pareri de’ poeti non siano ascoltati: e se nella storia trovate de’ fatti conformi a qualche loro suggerimento, dite pur francamente ch’eran cose risolute prima.” (cit.)

  6. giancarlo scrive:

    sono d’accordo, quale finezza di argomentazioni, quale forbito lessico!! molto aderente a quello di Torquemada: scoprire il diavolo che alligna nell’animo di tutti gli innovatori per poterli bruciare sul rogo col plauso del potere vigente. Certo lei farà carriera come l’hanno fatta tanti altri ossequiosamente proni e pronti all’eloquoi forbito e trasformante la realtà. Complmenti anche per l’accenno a Di Bella che mostra la sua scarsissima documentazione in merito.

  7. Marianna scrive:

    Gentilissimo sig. Giancarlo, se mi informa di dov’è che vede un rogo, prendo un secchio d’acqua e vado a spegnerlo. Sa com’è, di catastrofi in questi giorni ne stiamo vedendo abbastanza anche senza gli incendi.

  8. cesto scrive:

    beh forse è un bene che Grillo non stia alla politica..vista la nostra politica…

  9. cesto scrive:

    e poi a proposito di Di Bella…non sempre le scoperte giovano al mercato.

  10. Carlo scrive:

    Carmelo Palma sta alla politica come mia nonna (buonanima) sta alle veline.

  11. fabio scrive:

    grillo di qua, grillo di là…ma grillo è la pagliuzza, vogliamo togliere prima la trave?

  12. vopice scrive:

    carissimo ….visto da dove vieni e cosa predichi….mi sono chiesto perche’ non augurarti che una bella scossa di terremoto ti smuova il culo facendoti magari cadere la casa addosso ……ma questo, solo dopo che i tuoi eroici tecnici ti hanno rassicurato che non c’e’ pericolo,,,,,,morire cosi ….rassicurato vuoi mettere la soddisfazione….che qualche terremoto ti colga……chiaramente non predetto da Giuliani

  13. PC scrive:

    Ecco, visto che lei è laureato in filosofia ed è pure pubblicista, perchè, come dice sua mamma, lavora in politica????

  14. Pasquale scrive:

    Non è certo un articoletto del genere a convincermi a non votare M5S….anzi!! Questi politici da 4 soldi sembrano ormai un disco rotto!!

  15. Danilo scrive:

    Brutta cosa l’invidia… FLI Vs M5S!!!!

  16. mal scrive:

    A quale lobby politica appartieni? Considerate le infondate e inadeguate formule matematiche messe in atto, che non portano ad alcuna conclusione opinabile.Bravo farai carriera tra il fecciume che non ci rappresenta a livello nazionale, ovvero tra i cadaveri viventi.

  17. marco scrive:

    emergono due dati:
    da dirigente radicale—————————————————————————————————————————————————————>a componente della segreteria nazionale di FLI..
    l’incrocio perfetto fra a. brachetti e jarod il camaleonte..
    più che una questione di linguaggio forbito, con questi politici si tratta di disgusto garantito

  18. gigi scrive:

    questo modo di scrivere mi fa tornare giovane, un componimento da liceale un po’ scollegato dalla realtà, ma con certe idee che vuoi pretendere

  19. qualunquista scrive:

    Grillo di qua, Grillo di la’, Grillo causa di tutti i mali, Grillo piaga della nazione… e lo scrive uno che viene dal partito radicale di Pannella (quale? quello che prima dice di essere il nemico della partitocrazia e poi fa accordi elettorali cinque giorni prima di votare? Il libertario liberista liberale che si apparenta con i neo-post-fascisti del delfino di Almirante? Proprio lui) per poi passare, in virtù dell’antifascismo imparato da Giacinto detto Marco, con FLI – che è composto di post, non tanto post, neo e old-fascisti.
    Caro mio, lei è proprio la quintessenza di quella casta che si fa venire le crisi isteriche quando vede i sondaggi e realizza che il M5S minaccia davvero di farvi perdere posti e poltrone.

  20. AntiCasta scrive:

    Questo signorino è di FINI, lavora in politica, TIRATE VOI LE CONCLKUSIONI

  21. AntiCasta scrive:

    LA TRAVE SEI TU…..

  22. AntiCasta scrive:

    In questo caso il -poeta- è un cialtrone…che fare in casi come questi???

  23. LORIS scrive:

    Caxxo!!!! Se scrivi come mangi mi sa che hai la diarrea cronica… Poveri noi… Questa gente non capisce e noi li lasceremo nell’ignoranza delle loro convinzioni… WM5S

  24. Antonio scrive:

    Vedo che ci sono tanti supporter grillini che attaccano l’autore per quello che è, ma non per quello che ha detto. Ma che Grillo ha sostenuto la tesi di questo tizio è vero o no? E che questo tizio dica di poter prevedere i terremoti è vero o no? Palma dice che la ricerca della soluzione facile soddisfa la ricerca di un capro espiatorio da dare in pasto alla popolazione arrabbiata. E’ una tesi che si può condividere o meno. Ma che Grillo sostiene le tesi di un ciarlatano – che comunque così appare alla comunità scientifica universale – non è una opinione discutibile, è proprio un fatto verificato.

  25. renato scrive:

    il cesso stà lì e tu ne fai parte …. vai a lavorare !!!!!! scrivere non fa per te !! MA CHI SARà STO EBETE CHE TI HA LAUREATO

  26. Giorgio scrive:

    E’ interessante che le reazioni dei grillini a chi critica Grillo e le sue tesi siano simili a quelle dei leghisti contro quelli che mettevano in dubbio l’esistenza o l’utilità della Padania. Non mi sembra un grande passo avanti e neppure una cosa nuova.

  27. Federico Mozzi scrive:

    Smithers, libera i cani.

  28. Cecio scrive:

    Marianna,

    ti ricordo la Prima Legge del Dibattito:
    Mai discutere con gli idioti. Chi legge potrebbe non notare la differenza.

    Se poi sono tutti come questi…

    Coraggio…
    C

  29. Claudia Biancotti scrive:

    Cari commentatori,

    Palma è un galantuomo, e dovreste accusarlo di connivenza con chissà quale casta corrotta solo a fronte di solide prove. Altrimenti è calunnia, ovvero un’altra manifestazione di una netta preferenza per l’immaginazione rispetto alla realtà.

  30. Pietro M. scrive:

    Si rende conto di essere umanamente, e cioè sia intellettualmente che moralmente, ripugnante?

    Le sono grato però per avermi fatto ridere con il suo fine eloquio e le sofisticate capacità argomentative. Farà sicuramente carriera, al Cottolengo.

  31. Pietro M. scrive:

    Cosa significa, secondo lei (io lo so), “opinabile”?

    E dove sono le formule matematiche? Quello che non ha capito dell’articolo era forse l’italiano, non c’erano mica equazioni a renderlo complicato.

  32. roby scrive:

    Dopo aver letto questo articolo…una domanda sorge spontanea.Non è che il sign.carmelo si è laureato alla stessa università del trota?

  33. Pietro M. scrive:

    Immagino lei non abbia mai letto un testo più lungo di una scritta sui cessi degli Autogrill, se ritiene complicato l’italiano dell’articolo. Comunque io non mi vanterei in giro di non capire una cosa scritta in italiano. Mi sa che è stato il resto del mondo a lasciarla nell’ignoranza.

  34. Pietro M. scrive:

    Non è certamente lo stesso che ha insegnato a lei come usare gli accenti…

  35. Alessandro Pomes scrive:

    Giuliani sostiene cose non dimostrate. Non necessariamente false, tant’è che esistono diversi filoni di ricerca (in declino) sulla tematica radeon/terremoti, ma non ha previsto alcunché. Ha scritto stupidaggini, ha allarmato i cittadini e non è stato in grado, al contrario di quanto sbandiera Grillo, di prevedere il terremoto dell’Aquila.
    Purtroppo i grillini (non tutti, ma tant’è) si dimostrano più attenti a difendere il proprio guru che a parlare di fatti, di scienza, di prove. Tutte cose sulle quali Giuliani, e lo stesso Grillo sui temi più disparati, non possono offrire nulla di più che sparate e bufale. Ma offrono agli adepti del M5S una merce ad ottimo mercato: l’illusione della speranza. Ed una buona fetta di odio, che come si sa non fa mai male se si vuole ottenere consenso: basta trovare il nemico comune, che sia il nero, il meridionale, il gay o l’oscuro consorzio segreto e massone che ci vorrebbe vedere tutti morti a causa terremoti.

  36. roby scrive:

    eh no,proprio per quello che ha detto!In quanto alle tesi di un ciarlatano e alla comunità scientifica universale…..ricordo che un altro “ciarlatano”sosteneva che era la terra a girare intorno al sole….a proposito di fatti verificati.Continui a restare nella sua ignoranza che ne farà parecchia di strada

  37. Paolo scrive:

    Belli i commenti dei grilletti.
    Argomenti 0%, rispetto 0%, offese 100%.
    Come ai tempi degli innamorati di Silvio.

    CARMELO, CARMELO…
    QUESTA E’ LESA MAESTA’!
    CHI VA PER QUESTI FOSSI, QUESTI PESCI PIGLIA!
    :-)

  38. Pietro M. scrive:

    Questo è un grandissimo articolo che mostra che anche un servo dei poteri forti come Palma, cavaliere dell’ordine dello Zodiaco, alieno mutaforma spia dei Grigi che dominano l’universo usando come armi i tubi catodici, nato nelle viscere della Terra cava, amministratore delegato dell’azienda di Fantozzi e Filini, affondatore del Titanic, barone e arcivescovo nonché compagno muratore del Triangolo delle Bermuda, sniffatore di scie chimiche e unico sopravvissuto all’esplosione nucleare di Tunguska… può scrivere un articolo che dice una verità fondamentale sull’appeal del populismo e del fanatismo.

    Le reazioni isteriche, che rasentano in alcuni casi la criminalità verbale, dimostrano anche che ci ha preso in pieno.

    L’unico dubbio è: ma tutti questi commentatori isterici, arroganti, verbalmente violenti e privi di ritegno morale come hanno fatto a capire di cosa parlava l’articolo?

  39. Killy77 scrive:

    Sottoscrivo.

  40. Killy77 scrive:

    Voi non siete affatto poeti, siete dei ciarlatani al servizio dell’attuale sistema e da quello che scrivete, state provando a smontare Grillo in tutte le maniere possibili.
    Chiuderete quando non ci sará piú nessun partito a sostenervi.

  41. renato scrive:

    questa email è diretta al sapientino che si fa chiamare pietro
    VAI A CAGARE su cagare metti l’accento o toglilo ,puoi metterci anche le chiappe testa di c. (adesso indovina c.) e di diamo la laurea anche a te che sicuramente il lavoro non saprai neache come si fa PARASSSSITA altre 2 esse ‘gnorant

  42. Marianna scrive:

    Mi scusi, ma questa non è un’e-mail. E’ un commento su un sito Internet.

    (dicevamo? L’uso delle nuove tecnologie? Internet in mano allaggente? Il web 2.0?)

  43. roby scrive:

    Paolo,non si può non insultare tale distributore di cagate…impossibile trattenersi davanti a tanta ignoranza

  44. RAUL scrive:

    I TERREMOTI COME DIMOSTRATO DA TUTTI GLI STUDIOSI SERI DEL MONDO SONO COME LE FRANE:NON SI POSSONO PREVEDERE!
    GRILLO ORMAI SPECULA SUL DOLORE DI TUTTO E TUTTI PER FARSI PUBBLICITA’.FINO A POCO TEMPO FA ERO ISCRITTO AL MOVIMENTO 5STELLE.POI PERO’QUANDO HO CAPITO IL VERO SCOPO DI GRILLO NEL CERCARE ADEPTI,MI SONO IMMEDIATAMENTE CANCELLATO DAL MOVIMENTO-SETTA.
    SVEGLIATEVI!E’ VERO CHE I POLITICI DI OGGI NON SOLO LA SOLUZIONE AI NOSTRI PROBLEMI ANZI LI AGGRAVANO, E’ VERO CHE ALL’INTERNO DEL MOVIMENTO 5STELLE,CI SONO TANTE PERSONE SERIE CHE SI IMPEGNANO PER CAMBIARE LE COSE.PURTROPPO PERO’ NON E’ VERO CHE 1 VALE 1 PERCHE’ GRILLO E CASALEGGIO SONO I PADRONI CHE DETTANO LE REGOLE.

  45. Pietro M. scrive:

    Ma lo sa che se da piccolo avesse giocato di più col Sapientino ora sarebbe meno ignorante? :-)

    Si rilassi, le dedico una canzone:

    http://www.youtube.com/watch?v=FqnP6nSBcEE

  46. renato scrive:

    va bene e grazie piero m. come macaco mona metastronzo e micatuttodeficiente o medioscemo primo a scuola milardesimo nella vita

  47. gisberto scrive:

    cari signori/e è interessante che molti commentatori dell’articolo siano vicini al M5S, dovremmo capire le ragioni di questa vicinanza. In tutte le opinioni c’è del giusto e dello sbagliato. Opterei per la via del Bhudda, la via “di mezzo”.
    pace a tutti voi.

  48. Redazione scrive:

    Ulteriori commenti dell’utente “renato” da questo momento in poi finiranno nello spam, dato che tale utente ha dimostrato di utilizzare il mezzo informatico per insultare gli altri utenti con termini inadatti ad una discussione tra persone adulte e civili.

  49. Fabio L scrive:

    Io invece la chiudo per non respirare la stessa aria di certe persone che vengono solo ad insultare, come lei.

  50. Fabio L scrive:

    Io mi sono informato dal prof Gresta, sismologo di fama mondiale. Giuliani è considerato poco più che un cazzaro. Insomma un gradino sopra di lei

  51. Fabio L scrive:

    Lei invece è del Cepu?

  52. Fabio L scrive:

    Seriamente dopo aver usato i cani per le pecore. Bravo Carmelo, io ho osato dirlo su Twitter ieri, apriti cielo. Una interviste in Inglese poi, chissà perchè, dice le solite cialtronate. A volte osanno la rupe tarpea…

  53. Fabio L scrive:

    ma dopo aver letto il tup commento io manderei i carabinieri a casa tua. L istruzione è obbligatoria, dillo a mamma!!

  54. Fabio L scrive:

    Ao se non vi scrive qualcosa capelli d’ argento argomenti zero…

  55. Beppe Montana scrive:

    Domanda per Beppe Grillo e riflessione per i Grillini.
    Beppe, adesso inizia il difficile: GOVERNARE la nostra società è al quanto complicato, occorrono atti concreti e non battute di un comico. Di questo ne eri al corrente, infatti, i tuoi seguaci (Grillini) ancora prima di iniziare a governare, nei Comuni dove sono stati eletti Sindaci, si scontrano con te. Ti stai comportando come il Psico-nano (mi pare che così lo chiami). Hai voluto mettere i soldi, hai voluto mettere le idee al fine di progettare il tuo movimento, ma questo non vuol dire che devi decidere tutto te, piuttosto le decisioni spettano ai Sindaci che sono stati eletti.

  56. Luca Bertoletti scrive:

    CARMELO PALMA SEI IL MIGLIOR GIORNALISTA CHE ABBIA MAI VISTO! E QUESTO È UNO DEI TUOI MIGLIORI ARTICOLI!

  57. Fabio L scrive:

    carlo sei figlio di berlusconi?

  58. Sofia Ventura scrive:

    Leggendo questi commenti non posso trattenermi dal pensare che il Moviemnto 5Stelle è qualcosa di ben diverso dalla bella e rassicurante faccia del nuovo sindaco di Parma. E mi chiedo anche: ma questi insultatori di professione leggono abitualmente Libertiamo? O come nel bellissimo film L’invasione degli ultracorpi, quando un alieno scopre un umano che ancora non è stato posseduto lo addita con un grido terribile e tutti si scagliano contro di lui?

  59. Simona scrive:

    Ecco chi, come e perché commenta con cotanta ostilità ad argomenti che ledano lo spirito castale del guru http://micheledisalvo.com/2012/05/25/chi-e-cosa-ce-dietro-grillo-e-al-movimento-5-stelle/ Il pensiero libero sta altrove. Su libertiamo.it, ad esempio

  60. Luca Martinelli scrive:

    No, Gisberto, no.

    La “via di mezzo” la possiamo imboccare quando le opinioni divergenti sono espresse in maniera cortese e civile, non quando si legge gente che da gratuitamente dell’ignorante o augura che “una bella scossa di terremoto ti smuova il culo facendoti magari cadere la casa addosso……..ma questo, solo dopo che i tuoi eroici tecnici ti hanno rassicurato che non c’e’ pericolo“.

    Inoltre, non si può imboccare la “via di mezzo” quando si parla di scienza. O una cosa è comprovata col metodo scientifico e le si da credito, o non lo è e non le si da credito. Non possiamo pretendere di dare ragione (nemmeno come si farebbe con un bimbo) a chi pensa che la Terra sia piatta e sia il centro dell’Universo, a chi propugna teorie non scientifiche o palesi bufale.

    Buttarla in caciara, insultare, delegittimare il metodo scientifico non vuol dire avere un’opinione, vuol dire solo cercare di soverchiare l’altro con la forza della propria ignoranza.

  61. Luca Martinelli scrive:

    “Solide prove”? Per degli insulti proferiti via Internet? Da persone che non avrebbero il coraggio di ripetere in faccia e di persona quanto hanno invece il coraggio di scrivere qui? Suvvia. :)

  62. Luca Martinelli scrive:

    Lei è un cretino. Augurare la morte di qualcuno è disgustoso e la definisce per quello che è.

    Io, al contrario suo, mi auguro che lei si renda presto conto di quanto si sia comportato da stupido con questo commento e che chieda scusa per questo “augurio”.

  63. step scrive:

    Non sono uno scientista-razionalista, diciamo che probabilmente sono un po’ meno “illuminista” di Carmelo Palma, ciò nondimeno condivido l’ottimo articolo. A parte il fenomeno Grillo, che ben si decifra leggendo gli interventi degli aficionados, il problema è propriamente culturale. Il problema, che è generale ma è più marcato in Italia, è il seguente: si cerca sempre di trovare un colpevole allorquando viene in essere un fatto negativo, una patologia, o al limite un accadimento non spiegabile. Come se esistesse sempre un colpevole, un preciso facitore del male. Si pensi, a tale proposito, alle strutture crollate in Emilia in questi giorni: il quantum di inevitabilità sembrerebbe alto, non è che debba necessariamente esistere un reo, che una volta punito plachi la rabbia della comunità ferita. È poi significativo che se non succede nulla tutto viene lasciato come prima, come se occorresse necessariamente il “danno”, quando magari le storture tecniche sussistono veramente (già questo la dice lunga sulla serietà di certi interventi…).

    L’atto di creare un colpevole, l’atto di “mettere in forma” un capro espiatorio, è deleterio per due ordini di motivi: infatti non solo si produce un clima di caccia alle streghe ma ci si incanala in un moralismo ignorante che divide il mondo in buoni e cattivi, dove i buoni sono quelli che urlano di più… A questo riguardo, per chi ha tempo e voglia, consiglio di leggere i meravigliosi libri dell’antropologo René Girard, imperniati appunto sul meccanismo vittimario e sulla figura del capro espiatorio. Sembra che il mondo si “evolva” ma in realtà certe regolarità delle politica si ripropongono, come quella di definire un preciso nemico (ad esempio l’efficientismo industrialista per gli ambientalisti populisti) al fine di istituire la propria identità, anche per evitare il disorientamento. Il nemico quindi come elemento essenziale alla sopravvivenza del gruppo, della comunità, dello Stato.

  64. FreddyZ scrive:

    Gli inserzionisti pubblicitari di Libertiamo.it sentitamente ringraziano il prezioso contributo dell’insultante mandria grillina per l’impennata di visite. Un altro po’ e passeranno su queste pagine gli sponsor che campeggiano bellamente sul blog di Beppe il Puro…

    P.S. Già che siete qua, leggete un po’ di articoli, così forse vi arricchite di una cosa che proprio vi manca, e di brutto anche…la cultura del DUBBIO…

  65. Silvana Bononcini scrive:

    Ottima analisi quella di Carmelo Palma, con la differenza che lui un contraddittorio con Grillo lo accetterebbe, mentre Grillo fa tanti comizi in cui ci si diverte ma se deve parlare di politica non accetta il confronto con nessuno!
    E questa la dice lunga su di lui e su certi suoi sostenitori che leggo pure qui!
    Io scrivo il mio ” BRAVO CARMELO ” con nome e cognome….

  66. Fabio L scrive:

    Killy, un partito a sostenerci? Ma che dici? da buona grillina spari cazzate a caso?

  67. Simona scrive:

    Pietro, che je frega i capire. Sono pagati per trollare stronzate ovunque sul web li mandi l’alert ‘grillo’ . Come credi siano arrivati su libertiamo, queti che prima i oggi non sapevano manco che esistesse?

  68. Sergio scrive:

    @vopice
    L’inizio del turpiloquio e degli insulti segna la fine degli argomenti. Che contributo pensa di aver dato alla discussione con un intervento come questo?

  69. flavio ciabattoni scrive:

    peccato che quel ciarlatano rappresentava, in realtà, la comunità scientifica universale in opposizione alla teoria aristotelica-tolemaica, sostenuta dalla Chiesa Cattolica.

    almeno se volete fare esempi, contestualizzateli

  70. flavio ciabattoni scrive:

    l’amore vince sempre sull’odio

  71. Cristian Cattalini scrive:

    Cari “grillini”, alla prossima previsione di terremoto ci fate il piacere di avvisarci tutti con una bella email? Oppure con un bell’Alert dal blog ufficiale? Cosí ci passeremo una bella notte bucolica tra I campi di grano nel bel mezzo del paradiso terrestre mentre tutto, nell’universo capitalista, giustamente crollerà.

  72. Marco scrive:

    Marianna un consiglio:
    Non parlare con gli stupidi.. Ti portano al loro livello e poi ti battono con l’esperienza…

  73. Paolo scrive:

    Vediamo i lati positivi: magari qualche isolato neurone degli spammer di professione potrebbe riattivarsi. E comunque i commenti “a comando” dei professionisti della Casaleggio Associati aumentano le visite del sito…

  74. Fabio L scrive:

    Sono attonito. Dopo le 18 il pifferaio fischia e tutti rientrano nelle gabbie? :)

  75. Pippolo scrive:

    Scusate, ma a me viene il dubbio che li paga probabilmente ha lo scopo di delegittimare il M5S. Quale persona sana di mente potrebbe prendere in considerazione e apprezzare un movimento di fanatici, rozzi e ignoranti?

  76. gisberto scrive:

    Nella scienza “la via di mezzo” è il dubbio e quindi
    LA RICERCA.
    Il ricercatore va incontro al divenire va incontro allo sconosciuto con lo spirito di colui che vuol conoscere la natura delle cose e degli eventi.

  77. Andrea B. scrive:

    Articolo condivisibile.

    Un pensiero sul nuovo protagonista della scena politica italiana il M5S, leggendo anche certi commenti di suoi adpeti: tante proposte sono sacrosante, ma quando Grillo ed i suoi seguaci si buttano a corpo morto su tesi complottiste ed antiscientifiche fanno cadere le braccia e perdere la voglia di votarli.
    Chi vuole governare non può essere un “apocalittico” …

  78. Diego scrive:

    Com’è che da quando è stato linkata la ricerca che mostra come la Casaleggio spammi professionalmente con decine di falsi account l’area commenti degli articoli contro grillo, questi sono misteriosamente scomparsi? Di buono c’è l’exploit di contatti (peccato che molti siano di finti grillini) e un po’ di materiale per lo studio del viral marketing fatto dalla Casaleggio per i propri clienti.

  79. Silvana Bononcini scrive:

    mi sa che ha ragione Diego!

  80. Luca Martinelli scrive:

    Appunto. Lei ha notato commentatori grillini, in questo caso, che sono ci venuti incontro perché vogliono conoscere la reale natura delle cose? Io no.

    Io ho visto solo commentatori che hanno tirato fuori la classica dose di insulti e auguri di morte, senza addurre niente di costruttivo al dibattito – con rare eccezioni.

    Il mio commento si riferiva a questo tipo di commentatori, che insulta e odia con la bava alla bocca.

    Le assicuro, senza polemica, che so riconoscere quelli disposti a misurarsi con le armi dialettiche. Quelli ricevono tutt’altro trattamento, sia da me che dalla redazione.

  81. Killy77 scrive:

    Certamente, allora postiamo la presentazione dell’autore dell’articolo:

    Torinese, 43 anni, laureato in filosofia, pubblicista. Come dice sua mamma, lavora in politica. E’ stato dirigente radicale, consigliere comunale di Torino e regionale del Piemonte. Direttore dell’Associazione Libertiamo e di http://www.libertiamo.it. E’ componente della segreteria nazionale di FLI. <——- Questo é il partito di Fini, dunque certe cazzate le spari solo tu.

  82. Marco scrive:

    Congratulazioni Carmelo Palma, un articolo e delle opinioni molto interessanti.

  83. foscarini scrive:

    A leggere le verbose e saccenti cazz..ate di questi fini politici, si finisce per votare Grillo anche solo per una reazione di disgusto.
    Grillo sarà anche un salto nel buio, ma se in questo modo si da un calcio definitivo ai buffoni socialisti targati Berlusconi, ai fasciocomunisti targati Fini, ai cattocomunisti targati Casini, ben venga Grillo.
    E spero proprio che vinca le prossime elezioni.

  84. Alberto scrive:

    Chiedo all’autore dell’articolo, chiaramente anti Grillo!!!

    Perché nella politica devono girare tutti quei miliardi?

    Perché non trasformare la politica in un servizio “civile”? Stipendiato il giusto? NO A STIPENDI DA 20 000 EURO AL MESE!

    Perché non impedire la “carriera” politica, che negli ultimi 50 anni, in questo paese sappiamo bene come è andata.

    La politica andrebbe fatta per passione…la voglia di fare bene…e di fare il bene comune…

    Ho colto perfettamente il senso del tuo articolo, e forse hai anche ragione…

    Quello che non mi convince del tuo articolo non è tanto il suo contenuto (che comunque resta opinabile) ma il modo in cui lo esprimi:

    da vecchio politico…escludi a priori la possibilità che uno “qualunque” possa riuscire a fare qualcosa di buono!

    La gente si è rotta le scatole del “politichese”…di questo linguaggio incomprensibile…che non comunica niente.

    Vogliamo una comunicazione diretta, chiara, comprensibile!

    Tu scrivi:

    …..
    Come abbiamo già scritto, Grillo è la “cura di Bella” applicata alla politica. Ha lo stesso successo, ma avrà gli stessi esiti.
    …..

    Già escludi a priori che da questo movimento possa venir fuori qualcosa di buono?

    Hai il dono della preveggenza?

    Non mi pare che tanti anni di politica tradizionale abbiano migliorato le cose…siamo sempre al punto di partenza!

    Perché invece tutti insieme (discutendo) non cerchiamo davvero di cambiare le cose?

    Che sia m5s…o movimento di paperino ecc. ecc…non conta.

    L’importante e iniziare a lavorare onestamente per non finire nell’oblio più profondo.

    Con stima per l’ottimo articolo.

  85. Anna scrive:

    E PER FORTUNA! VISTO COSA HA PRODOTTO IN QUESTI ANNI LA POLITICA.
    A CASA! ! ! !

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] il termine “seguaci” per indicare coloro che hanno commentato, con toni inaccettabili, questo pezzo di Carmelo […]