Class action contro Facebook dopo il debutto flop a Wall Street

– E’ bufera sul deludente debutto di Facebook a Wall Street. Alcuni investitori avrebbero promosso una class action contro il social network di Mark Zuckerberg che insieme alle banche incaricate dell’Ipo, tra cui Morgan Stanley, avrebbe infranto alcune regole: in particolare, nel mirino degli investitori promotori della class action, il fatto che Facebook e gli istituti di credito non avrebbero comunicato la “significativa perdita di valore del titolo” stimata dagli analisti poco prima del debutto in borsa.

Oltre alla class action, presentata da almeno due studi legali, un investitore avrebbe fatto causa al Nasdaq per aver ”mal gestito” l’offerta pubblica iniziale del social network.

Inoltre, secondo quanto riportato da diversi media statunitensi, la commissione bancaria del Senato americano avrebbe avviato un’indagine sulla quotazione di Facebook per cercare di capire i problemi dell’ipo del social network.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.