Google, Antitrust Ue chiede soluzioni per evitare abuso posizione dominante

L’Antitrust Ue ha inviato una lettera a Google in cui chiede al motore di ricerca di presentare nelle prossime settimane “proposte di soluzioni per evitare le nostre preoccupazioni” relative al possibile abuso di posizione dominante. Lo ha detto il Commissario europeo alla Concorrenza, Joaquin Almunia.

Nel mirino dell’Antitrust europeo ci sono i servizi di ricerca “verticali” offerti da Google, nei quali il motore di ricerca andrebbe a privilegiare i link con i suoi stessi servizi, danneggiando in questo modo quelli dei suoi concorrenti. Inoltre, copiando i contenuti dei siti degli altri operatori, Google approfitterebbe dei loro investimenti scoraggiandone di ulteriori.

“Questi mercati in continua evoluzione – ha aggiunto Almunia – traggono beneficio da una soluzione rapida dei problemi individuati per la concorrenza: ripristinarla in maniera veloce a vantaggio degli utilizzatori in una fase precoce è sempre preferibile rispetto alle lunghe procedure, anche se a volta queste diventano indispensabili per la pratica della concorrenza”.

Google, comunque, “ha spesso confermato la sua disponibilità a discutere ogni preoccupazione della Commissione senza arrivare a una procedura ostile. Ecco perchè oggi diamo a Google la possibilità di proporre rimedi”, ha sottolineato Almunia.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.