Si è conclusa con un nulla di fatto la riunione tra  il presidente greco Karolos Papoulias e leader dei principali partiti per tentare di formare un governo tecnico. La Grecia torna così al voto, con la possibilità di un’uscita dall’euro di Atene che diventa sempre più concreta.

“Purtroppo la Grecia va verso nuove elezioni per colpa di qualcuno che ha messo i propri temporanei interessi politici al di sopra degli interessi della nazione”, ha detto il leader socialista Evangelos Venizelos, annunciando l’esito del vertice.

Le nuove elezioni dovrebbero tenersi il prossimo 17 giugno.