Tensioni nel partito comunista cinese, verso slittamento congresso

– Potrebbe slittare il congresso del partito comunista cinese che nominerà i nove membri del politburo. Non sono in dubbio i nomi del presidente (Xi Jinping) e del nuovo premier (Li Keqiang), bensì chi andrà ad occupare gli altri sette posti del più importante organo politico della Cina.

Scosso dagli scandali per la corruzione, per l’affaire Bo Xilai e, da ultimo, per la fuga del dissidente Chen, secondo indiscrezioni il Congresso potrebbe slittare da ottobre a gennaio, periodo entro il quale i vertici del partito dovranno trovare la “quadra” sui nomi. Ma un tempo utile anche al premier Wen Jiabao per portare a termine alcune importanti riforme.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.