New York punta sul bike-sharing. Paga Citigroup

– Un imponente programma di bike-sharing, con 10mila biciclette dislocate in 600 stazioni: è il piano lanciato dal sindaco di New York, Michael Bloomberg e che entrerà a pieno regime a settembre. Si tratta del maggiore piano di bike-sharing degli Stati Uniti: per accedere al servizio è possibile effettuare un abbonamento annuale di 95 dollari, ma sono previste anche ‘card’ settimanali o giornaliere.

Le stazioni (“docking stations”) saranno principalmente a Manhattan, ma anche nei distretti di Brooklyn e Queens, e saranno alimentate da pannelli solari e saranno dotate di uno schermo touchscreen per vedere la mappa con le altre fermate.

“L’idea è semplice: dare ai newyorkesi un’altra possibilità per muoversi”, ha detto Bloomberg, sottolineando che non saranno utilizzati soldi pubblici per finanziare il programma. Tutto, infatti, sarà pagato dal main sponsor Citigroup, che finanzierà il progetto con 41 milioni di dollari, e da Mastercard che, invece, investirà 6,5 milioni per diventare il sistema di pagamento di riferimento del servizio.

 


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.