Spagna ufficialmente in recessione. S&P declassa le grandi banche

– È sempre più negativa la situazione economica e finanziaria della Spagna. L’Istituto Nazionale di Statistica iberico, infatti, diffondendo i dati relativi al primo trimestre del 2012, che registrano una contrazione del Pil pari allo 0,3%, lo stesso dato dell’ultimo trimestre 2011, ha sancito ufficialmente l’entrata in recessione di Madrid.

A ciò si aggiunge il downgrading da parte di Standard & Poor’s di nove banche spagnole, tra cui i “big” Santander (da A+ ad A-) e BBVA (da A a BBB+). Nei giorni scorsi l’agenzia di rating americana aveva retrocesso il debito della Spagna di due punti a BBB+.

Tra le banche che hanno subito il downgrading anche Banesto, Ibercaja, KutxaBank, Civic Bank, Bankinter, Sabadell, Barclays in Spagna e le filiali di Santander Consumer Finance e Totta. Sotto revisione anche i rating di CaixaBank, La Caixa, Bankia, BFA e Banco Popolare.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.