Francia, Hollande “se vinco manterrò legge contro burqa”

Se Francois Hollande vincerà le elezioni manterrà la legge sul burqa, che vieta nei luoghi pubblici di nascondere il volto con un velo, con un casco o con un passamontagna. Lo ha detto lo stesso Hollande intervenendo alla radio francese Rtl. Il candidato socialista all’Eliseo ha assicurato che farà applicare la legge “nel miglior modo possibile”.

Il provvedimento, entrato in vigore da oltre un anno, riguarda quasi 2.000 musulmane che vivono in Francia e che indossano il velo islamico per coprire il volto. L’ammenda per chi non rispetta la norma ammonta fino a un massimo di 150 euro e prevede l’obbligo di seguire un corso di educazione civica. Per gli uomini che costringono le donne a indossare il burqa o il niqab è prevista invece una pena di un anno di reclusione o una sanzione massima di 30.000 euro.

Nel corso dell’intervista, Hollande ha anche affermato che con la crisi economica “limitare l’immigrazione e’ necessario” e anche che bisognerebbe “fissare un tetto annuale al numero di immigrati in Francia”, ammettendo comunque che è impossibile avere un tasso di immigrazione clandestina pari a zero. Per quanto riguarda gli studenti stranieri nelle università francesi, Hollande si è detto convinto che “la loro presenza rappresenta un’opportunità, per loro e per noi“.

 


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.