Internet, gli hacker russi sempre più pericolosi e sempre più ricchi

Lo scorso anno si sono aggiudicati il 36% del mercato dello spam e delle truffe via internet, arrivando a guadagnare circa 2,3 miliardi di dollari, un miliardo in più rispetto all’anno precedente: sono gli hacker russi, che in pochi anni hanno scalato la classifica dei pirati informatici più pericolosi del web.

E’ quanto si legge in un articolo del quotidiano economico Vedomosti che riporta i dati del rapporto sul “Mercato russo dei crimini digitali”, basato sulle denunce e sulle segnalazioni alla polizia da parte delle ‘vittime’.

In particolare, se si sommano i “risultati” degli hacker russi con quelli dei pirati russofoni (che nel 2011 hanno guadagnato 2,2 miliardi di dollari, con un aumento netto di un miliardo rispetto al 2010), emerge che “la mafia russa” attiva su internet ha superato la quota di un terzo del mercato, seconda solamente ai web-criminali anglofoni, che detengono la testa della classifica occupando il 40% del mercato.


Autore: Luigi Quercetti

Nato nel 1980, abruzzese, giornalista, papà, laureato a sua insaputa. È stato redattore dell’agenzia di Stampa Asca e collaboratore de Il Messaggero e Italpress.

Comments are closed.