Aung  San Suu Kyi e i deputati neo eletti del suo partito, la Lega Nazionale per la Democrazia, hanno annunciato che boicotteranno la seduta inaugurale del Parlamento del Myanmar previsto per lunedì prossimo. Il portavoce del partito, Nyan Win, ha spiegato che i deputati della LND non vogliono prestare giuramento sulla Costituzione che la Giunta Militare ha varato nel 2010.  San Suu Kyi si oppone in particolare alla possibilità data alla Giunta, e prevista in un articolo della Carta, di nominare il 25% dei membri del Parlamento.