Governo: Della Vedova, riforme uguale equità

“Al punto in cui l’Italia era arrivata, la discussione circa l’equità rischiava di divenire totalmente astratta e ideologica. Nelle parole odierne di Monti, l’equità diventa invece un concetto concreto da conseguire pragmaticamente attraverso il salvataggio del Paese dalla bancarotta finanziaria (che sarebbe l’accadimento piú iniquo possibile per le fasce più deboli) e le riforme per aumentare il potenziale di crescita economica, e quindi di occupazione e reddito per i lavoratori”. Lo afferma in una nota il capogruppo di Fli alla Camera e presidente di Libertiamo, Benedetto Della Vedova.

“Le riforme del mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali da realizzare senza totem e tabù, volte ad attenuare l’iniquità feroce insita nel dualismo attuale e ad aumentare l’efficienza economica, e le liberalizzazioni per combattere le rendite – aggiunge Della Vedova – sono ciò di cui l’Italia ha oggi bisogno per candidarsi a restare anche in futuro un posto dove investire e fare impresa. Futuro e Libertà e il Terzo Polo – conclude il presidente dei deputati di Fli – sono impegnati a discutere e collaborare con il Governo per realizzare al meglio e in tempi rapidi le riforme”.


Comments are closed.