Alla Biancofiore (PdL) consigliamo un corso di economia

– Siamo venuti a conoscenza della lettura che la deputata del PdL Michaela Biancofiore dà alla crisi economica che attanaglia l’Italia. Ritenendola illuminante, ve la riproponiamo per intero:

Vi è un disegno internazionale che sta dietro la speculazione sui nostri titoli, il Presidente del Consiglio non c’entra! Anzi c’entra nel senso che è di ostacolo a coloro che vogliono impoverire gli Italiani. Stanno attaccando l’Italia perché è un paese ricco sia di mezzi finanziari privati, che di ottime aziende. Paesi che non hanno più tessuto industriale (vedi Inghilterra) ed altri (vedi Francia) che hanno perso montagne di denaro, stanno cercando di rifarsi a spese nostre. Svegliamoci tutti è l’appello accorato che rivolgo soprattutto agli eletti sotto il simbolo Pdl Berlusconi Presidente e che hanno a cuore davvero la Patria e i cittadini: Le banche sono affamate di utili e fanno trading dove c’è più da guadagnare.
Spillare interessi più alti ad un paese ricco è un gioco molto proficuo, specie se si e’ perso tanto su paesi poveri. Qualcuno può davvero pensare  che ci sia qualcuno nel mercato che crede in un default di un paese ricco, come l’Italia? Io credo di no, anzi. Vogliono solo togliere quattrini agli Italiani (risparmiatori) e magari comprare aziende for a song (come dicono gli Inglesi). In poche parole, paesi con scarsa propensione al risparmio, grosso indebitamento bancario e privato, vogliono spartirsi la ricchezza degli Italiani. Tutto qui. Spesso le grandi verità, si nascondono dietro le risposte più semplici, che pochi vedono o fingono di non vedere. Mi auguro che i media che non sono strumentalmente avversi al Presidente del Consiglio lo dicano forte e chiaro, gli Italiani devono sapere che senza Berlusconi l’Italia verrà depauperata come in una guerra fredda e strisciante.

Non è necessario replicare nel merito, forse non sapremmo nemmeno come. Sentiamo solo l’esigenza di consigliare alla Biancofiore un buon corso di economia, anche per corrispondenza o online. Studiare fa molto bene, anche a chi ricopre ruoli di tanta responsabilità come lei.


Autore: Piercamillo Falasca

Vicepresidente di Libertiamo. Nato a Sarno nel 1980, si è laureato in Economia alla Bocconi e ha frequentato il Master in Parlamento e Politiche Pubbliche della Luiss. E' fellow dell’Istituto Bruno Leoni. Ha scritto, con Carlo Lottieri, "Come il federalismo può salvare il Mezzogiorno" (2008, Rubbettino) ed ha curato "Dopo! - Ricette per il dopo crisi" (2009, IBL Libri). Ha scritto anche, nel 2011, "Terroni 2.0", edito sempre da Rubbettino.

7 Responses to “Alla Biancofiore (PdL) consigliamo un corso di economia”

  1. Luca scrive:

    Il vostro commento è a dir poco ridicolo.. non si capisce, visto che non siete in grado di replicarle (come scritto da voi..), come siate in grado di suggerirle un corso in economia.. mah.. sono i misteri di questi autoproclamatosi (e improvvisati) “sinistri” salvatori della Patria.

    Meglio toccar ferro..

  2. Lucio Scudiero scrive:

    Se leggessi questo sito, che ne so, da almeno una settimana, sapresti che alle baggianate della Biancofiore e dei cospiratori di ogni risma abbiamo già replicato più e più volte, con analisi politiche ed economiche incentrate sulla realtà più che sulla fantasia dei dissociati e dei disonesti intellettuali. Stacci bene.

  3. Elle Zeta scrive:

    E come si fa a rispondere a delle mere cazzvolate sgnagherate, sconnesse, confuse che solo denotano una abbissale ignoranza ed una colossale spudoratezza nel non vergognarsi a sparacchiarle. Robaccia per i gonzi imsonna.

  4. Marianna Mascioletti scrive:

    Il signor Stefano si è inesplicabilmente dimenticato di aggiungere, nel suo commento, altre argomentazioni fondamentali quali “vi puzzano i piedi”, “pure l’alito non scherza”, “gnè gnè gnè”. Speriamo vorrà riparare alla dimenticanza.

  5. Luigi scrive:

    Questa miracolata è la stessa che sosteneva in maggio che la cattura di Bin Laden fosse dovuta a Giovanni Paolo II e in agosto che “I mercati hanno dimostrato oggi di avere una fiducia di ferro nel governo Berlusconi”. L’unica cosa certa del suo appello è che ad essere depauperate sono l’intelligenza e il buon senso mentre cresce la tristezza, almeno la mia,al pensiero che persone simili abbiano responsabilità politiche.

  6. Andrea scrive:

    Che meraviglia!!!
    Un tempo il Re ti difendeva dai “barbari”.
    Poi il Duce,il Caudillo,il Fhurer ti difendevano dalla congiura “plutogiudeoanticlericalmassone”.
    Ora il Silvio ti difende dalla finanza rapace internazionale.
    Le nuove frontiere del populismo di regime agonizzante!!!

  7. Marco scrive:

    Considero sempre con un certo scetticismo consigli dati da chi si crede detentore della verita’, a questo mondo tutto e’ opinabile.

Trackbacks/Pingbacks