Carburanti: Raisi (FLI), Contro i cartelli serve liberalizzare

– (AGENPARL) – Roma, 26 lug – “Sono personalmente favorevole ai distributori di benzina no logo. Credo ci sia un grosso problema che riguarda dei cartelli che vanno verificati. Il Governo ha aperto un tavolo su questo, nel quale il sottosegretario allo Sviluppo Economico Saglia ha incontrato gli esponenti dell’industria petrolifera “. Lo dichiara all’Agenparl Enzo Raisi, deputato Fli, a proposito della liberalizzazione dei distributori di benzina e delle pompe che lavorano al di fuori delle grandi compagnie di distribuzione.

“Credo che il problema stia uscendo fuori da ogni logica – continua Raisi – in termini anche di questo crescere dei prezzi che non ha una corrispondenza con il prezzo del petrolio; quindi c’è un problema di cartelli. Più si liberalizza, più c’è concorrenza, più c’è beneficio per i cittadini”.

La questione è stata sollevata di nuovo l’8 luglio scorso a Cesena, quando l’Eni ha fatto ricorso contro il Comune e la Provincia per evitare l’installazione di un distributore facente capo alla catena di supermercati Conad. “Il caso di Cesena è senza dubbio un indizio della situazione corrente – commenta il deputato Fli – Avere dei distributori legati ai centri commerciali in Europa e in altri Paesi è quasi un classico. In Est Europa, poi, si sono già avviati dei progetti di liberalizzazione, mentre qui in Italia come al solito siamo indietro; ed è questo il motivo per cui il costo della benzina nel nostro Paese è il più alto in Europa.


Comments are closed.