“Tengo famiglia”: intervista a Carlo Puca

 – Il figlio di, la moglie di, il nipote di, l’amante – che in fondo è pur sempre una persona di casa – di.
Per loro il posto è sempre garantito, dal Parlamento all’università, dalla TV al giornale, dalla municipalizzata al Vaticano. “Tengo famiglia”, l’ultimo libro del giornalista di Panorama Carlo Puca, denuncia l’Italia dei parenti, facendo i nomi e descrivendo i fatti circostanziati. Politici, calciatori, attori, professori universitari, la ragnatela di Parentopoli è presente ovunque: l’immagine che restituisce è quella del Paese del familismo amorale che ormai è sistema, dove a trionfare è, sempre più spesso, il merito del cognome.

Già 50 anni fa l’antropologo americano Banfield definì l’Italia la patria del familismo amorale, un paese dove i vincoli di sangue prevalgono su tutto. Pensa sia cambiato qualcosa negli ultimi anni?
Credo di sì, nel senso che con lo spoil system la situazione è peggiorata. Una volta almeno il figlio del politico entrava in scena solo quando il padre si ritirava, basti pensare ai casi di D’Alema o di La Malfa. Il partito stesso non permetteva di comportarsi diversamente. Le nomine dei parenti c’erano, ma si facevano con più eleganza e soprattutto in minor numero. Negli ultimi tempi invece si è superata ogni spudoratezza, non c’è più limite, basti pensare che si è arrivati a dire che si è aiutato qualcuno perché si trattava di “un caso umano” (S. Bondi n.d.r.). Inoltre la crisi economica è stata un’aggravante. Un tempo si aiutavano anche gli amici, ma ora i “posti” sono pochi e quindi sono offerti quasi esclusivamente a chi ha legami familiari.  Il paradosso è che nel libro vengono descritte proprio le persone che affermano che la meritocrazia, la concorrenza sono alla base dell’Italia futura, ma poi sono loro stesse a venir meno alle cose che dicono. Si tratta di una contraddizione insuperabile.

Dai politici romani uno magari se l’aspettava, ma nel suo libro si parla molto anche di Lega, un partito che si è presentato come lontano dalla “Roma ladrona” e che invece è diventato ereditario e nepotista. Qualcuno dice addirittura che Bossi da questo punto di vista sia il politico più meridionale d’Italia. Che ne pensa?
Spesso quando si prende in simpatia un politico gli si perdona tutto. La Lega ha fatto proprio questo sistema e a dirlo sono i fatti. Il fratello del Senatur, Franco, è stato messo a fare l’assistente parlamentare di Matteo Salvini a Bruxelles, grazie a un curriculum di respiro internazionale: terza media e un’esperienza come gestore di un negozio di autoricambi.
Renzo “il Trota” è un caso emblematico. A 22 anni è stato eletto consigliere regionale pur non avendo alcuna esperienza e da subito è stato presente alle riunioni di vertice, come quella in cui si è decisa la nomina di Galan a ministro dell’Agricoltura. Il fatto è che, se il leader è un modello, a cascata anche tutti gli altri si comportano nello stesso modo.  E così c’è stato spazio per la Parentopoli piemontese di Cota o per la moglie del sindaco di Verona Tosi, promossa, senza concorso, da semplice impiegata a dirigente dell’assessorato regionale alla Sanità, con conseguente aumento dello stipendio da 25mila a 70mila euro lordi annui. Insomma quelli che accusano il meridione di sistema clientelare di fatto si comportano allo stesso modo. Come dire, il più pulito ha la rogna.

Qual è il settore più familista? L’università, la politica, l’editoria?
Direi la politica e la para-politica. La questione è che se un avvocato o un imprenditore lascia lo studio o l’azienda al figlio è normale e comunque quel figlio dovrà stare sul mercato e dimostrare merito. Parte più avvantaggiato, ma dovrà essere capace. La tragedia è invece di chi approfitta del suo ruolo pubblico per sistemare i parenti e i para-parenti.

Nella riforma dell’Università, il ministro Gelmini ha inserito una norma anti-parenti per il mondo accademico. A suo avviso servirà?
Non servirà a nulla. Le regole sono fatte per essere aggirate, vale per tutti la nomina del figlio di Frati, rettore della Sapienza, magistralmente effettuata tre settimane prima della riforma. Ha assunto il figlio proprio lui che urlava quanto la riforma fosse indispensabile per il Paese. In maniera provocatoria posso dire che persino i sistemi criminali sono più meritocratici. Sono orrendi e da condannare, ma almeno c’è il merito di chi vince. Due clan si fanno la guerra, chi vince è il più potente e quindi decide.

A proposito di clan: nell’introduzione Buttafuoco sostiene che le rivoluzioni da noi non si possano fare perché ci conosciamo tutti. Non c’è quindi soluzione per uscire dalla Parentopoli?
Tempo fa sono finito al pronto soccorso dell’ospedale Gemelli a Roma, stavo male ed ero in attesa. Un medico mi ha riconosciuto e mi ha detto: “non si preoccupi, la faccio passare avanti, dico che è mio cugino”. Ma perché? Io stavo male davvero.
Per uscire da questo sistema ci vuole una rivoluzione culturale: credo che sarà possibile soprattutto perché le nuove generazioni stanno già dimostrando di non voler più accettare un Paese dove non c’è il merito. Lo dimostrano quel milione di giovani che sono fuggiti all’estero. Credo che riusciranno a imporre un nuovo modello, perché non ce la fanno più e stanno acquisendo la consapevolezza che quest’Italia a loro non piace, non può piacere, e che occorre cambiare le cose.

lig tv

ligtv

maç izle

canlı maç

футбол онлайн

трансляция футбол

смотреть онлайн футбол

смотреть футбол

soccer live

soccer tv

live soccer streaming

stream soccer

online football

watch football

football match

football streaming

live streaming

watch football

live football

football tv

futbol vivo

partido en vivo

juegos futbol

futbol online

futbol gratis

roja directa

jogos de futebol

jogo de futebol

futebol online

assistir tv

atdhe

foot en direct

jeux de foot

jeux football

calcio diretta

calcio streaming

giochi calcio

live ποδόσφαιρο

podosfairo live

αγωνεσ ποδοσφαιρου

video sepak bola

game bola sepak

Siaran Langsung Sepakbola

bola siaran langsung

futbol juegos

partidos en vivo

bóng đá online

xem bóng đá

bóng đá trực tuyến

bóng đá trực tiếp

ฟุตบอล online

ฟุตบอลสด

บอล online

ดู ฟุตบอล สด

ถ่ายทอด สด

online futball

live fussball

fussball live stream

live stream fußball

bundesliga live stream

fußball live

bundesliga fußball

piłka nożna na żywo

piłka nożna online

fotbal live

fotbal online

fotbal živě

fotbal zive

fotbollskanalen

fotball live

fotball på tv

футбол онлайн

футбол трансляція

футбол канал

live voetbal

live voetbal

voetbal kijken

voetbal online

фудбал уживо

fudbal uzivo

live fudbal

futbal online

live futbal

live footy

مباريات كرة القدم

مباشر كرة القدم

بث حي مباشر

مباشر مباريات

כדורגל שידור ישיר

שידור חי כדורגל

بث كرة القدم

football forum


Autore: Lina Urbani

Friulana, classe 1978. Giornalista, collabora con Ffwebmagazine e Libertiamo.it; si occupa di comunicazione e relazioni esterne.

Comments are closed.