‘Cristiani come i Talebani’. E l’Iran li arresta

– Giovedì l’agenzia  di stato iraniana per l’informazione ha comunicato che un numero imprecisato di missionari cristiani sarebbe stato arrestato nella provincia di Teheran. Il governatore della provincia, Morteza Tamaddon, ha così commentato in pubblico la notizia:

Così come hanno fatto i talebani, che come parassiti si sono infiltrati nell’Islam, i cristiani hanno dato vita ad un movimento con il supporto degli inglesi in nome della cristianità. La loro cospirazione è stata svelata ed immediatamente abbiamo provveduto alle prime controreazioni.

Secondo ELAM, gli arresti potrebbero aver già raggiunto quota 70. L’azione delle autorità iraniane pare comunque destinata ad andare avanti.

Dopo la strage di Alessandria d’Egitto ancora un bruttissimo segnale per le minoranze cristiane. Nel frattempo apprendiamo che la Baronessa Ashton, Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza della UE, cui il mondo politico italiano ed europeo ha rivolto un forte invito ad agire, è stata assente ai 2/3 delle riunioni cui avrebbe dovuto prendere parte per adempiere al suo incarico.

Questa Europa merita di più. Questi martiri meritano di più.


Autore: Simona Nazzaro

Nata a Roma nel 1980. Laureata in Scienze della Comunicazione, a La Sapienza, ha curato le campagne politiche e di comunicazione dell’Associazione Luca Coscioni. Collabora con diversi settimanali e quotidiani. La sua grande passione è il basket, e da anni concilia questa con il lavoro: conduce infatti una trasmissione radiofonica di approfondimento sportivo.

Comments are closed.