– lettera a Il Foglio pubblicata giovedì 25 novembre 2010 – Al direttore – Scalda il cuore la lettura delle critiche, pacate ma incisive, del suo Foglio alla controriforma della professione forense in discussione in Parlamento. E’ paradossale che PDL e FLI abbandonino le roventi polemiche solo per compattarsi su un provvedimento anacronostico e corporativo, lasciando che sia il PD a difendere le ragioni della concorrenza e del merito. Berlusconiani e finiani non vogliono lasciare all’altra ‘fazione’ il voto degli avvocati? Bravi pirla: consegniamo clienti e giovani praticanti nelle braccia di Bersani. E impediamo all’Italia di far nascere grandi studi legali che competano nel mercato internazionale. Piercamillo Falasca, Libertiamo.it