Categorized | Comunicati, Partiti e Stato

Bocchino, Granata e Briguglio deferiti ai probiviri

– Italo Bocchino, Fabio Granata e Carmelo Briguglio saranno deferiti al collegio dei probiviri. Questo il provvedimento  contenuto in un allegato al documento politico che il vertice del Popolo della libertà sta esaminando in questi minuti a Palazzo Grazioli.

Oltre al premier, Silvio Berlusconi, sono presenti i ministri, i coordinatori, i
capigruppo e i presidenti di regione.

Sul tavolo della riunione un documento di censura che  dovrebbe sancire l’incopatibilità del presidente della Camera Gianfranco Fini e dei suoi fedelissimi rispetto alla linea politica del partito.

i due esponenti vicini al presidente della Camera sarebbero oggetto di un procedimento disciplinare che prevede il loro deferimento al Collegio dei probiviri per valutarne la sospensione dal Pdl se non addirittura l’espulsione dal partito.


3 Responses to “Bocchino, Granata e Briguglio deferiti ai probiviri”

  1. Gisella scrive:

    Ho ammirato tanto l’operato dell’on.Fini:coraggioso ma prudente,chiaro ma non logorroico,serio ma singolarmente leggero e coinvolgente;si è rivelato un grande leader politico ed io pur non essendo politicamente di centrodestra,devo dire che ne sono rimasta colpita e gli auguro di riuscire ad affermare le proprie idee(che ritengo ben giuste!)e di sbaragliare tutte le imposizioni dittatoriali e tornacontiste di questo governo.Grazie Fini!

  2. FRANCESCO BUFFA DESIGNER scrive:

    FINALMENTE HO CAPITO TUTTO! Fini & Finiani sono pericolosi Comunisti che in atto tentano un pericolosissimo colpo di stato! Speriamo naturalmente che anche i probiviri non siano comunisti – VI SPIEGO PERCHE’ – in questi ultimi anni per decenni sono stato convinto che con il termine “comunista” si intendevano storicamente le ideologie politiche di alcuni paesi o le ideologie di alcuni partiti e dei relativi militanti che così amavano farsi chiamare, decenni di storia da studiare insomma! – ho vissuto, dunque, in questi ultimi anni distratto, nell’ignoranza più assoluta! – non mi sono accorto praticamente, dei nuovi insegnamenti culturali profusi generosamente dal SOMMO ASTRO che da tempo – che per grazia di Dio – nobilita e illumina la politica italiana – di questo mi vergogno! Ora però, nel mio piccolo modesto intendimento, vorrei spiegarlo in due parole soltanto a quelli che come me hanno vissuto nel buio e nell’ignoranza assoluta – (intanto mettete da parte enciclopedie, vocabolari o libri di storia, perché ancora non sono aggiornati debitamente) – il termine “COMUNISTA” è semplicemente un neologismo donato al popolo (non solo quello della libertà) dal sommo astro, che in un momento di generosa illuminata ispirazione, ha voluto aqnche arricchire il vocabolario degli italiani, che finora, stante il prezioso e delicato insegnamento non si è saputo adeguare opportunamente. In due parole, con il termine “COMUNISTA”, si indicano e comunque, diventano comunisti in un preciso istante, tutti coloro che per qualsiasi motivo, in un determinato attimo, sono in disaccordo con LUI, esempio: tutte le Procure in genere, un numero incredibile di magistrati, il CSM, LA Corte Costituzionale, quasi tutti i giornali e le televisioni ingiustamente lontani dalla sua famiglia, forse anche il Papa, ma sicuramente il giornale “Famiglia cristiana”, tutti quelli insomma che osano contraddirlo o che non professano la sua unica religione – ma comunque non facciamo tragedie! LUI ci libererà dai pericolosi comunisti, studierà come nominare personalmente le citate categorie, specialmente i pericolosi magistrati, per vivere tutti felici e contenti! – grazie ASTRO!

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] da …TGCOMPdl a pezzi Bocchino e Granata deferiti ai probiviriL'Unitàil Giornale -Libertiamo.it -Affaritaliani.ittutte le notizie […]