Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato del PdL

La decisione adottata oggi dalla Commissione Europea su Sky rappresenta un implicito riconoscimento del fatto che, malgrado le polemiche che lo avevano accompagnato, il passaggio al digitale terrestre ha comportato una effettiva apertura del mercato televisivo, e va dato atto a Mediaset di aver da subito saputo cogliere l’opportunità, proprio con l’avvio del digitale, di offrire ai telespettatori una possibilità di scelta anche nella tv a pagamento.
Il mercato televisivo italiano non è quello nel quale – era il 2003  – maturò per Sky, al tempo della fusione tra Stream e Telepiù, il divieto di ingresso nel digitale come operatore di rete o fornitore di contenuti a pagamento. Sky può oggi andare sul digitale in chiaro, ma visto il suo peso sul mercato della pay tv non può andare sul digitale a pagamento. Si tratta di una scelta equa, che accresce la concorrenza sul mercato televisivo a tutto beneficio dei telespettatori italiani.