Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato del PdL

Il richiamo della Commissione Europea sull’equiparazione dell’età pensionabile è un’occasione che va colta. Anche in questo caso, come per la manovra finanziaria, il vincolo europeo offre al nostro Paese la possibilità di adottare un provvedimento coraggioso, che, in termini sistemici, ha peraltro poco senso limitare al settore pubblico.
Le risorse derivanti da un accorciamento dei tempi per giungere alla piena equiparazione dell’età pensionabile tra uomini e donne dovrebbero essere investiti in un riequilibrio del sistema di welfare, che vada innanzitutto a vantaggio dell’occupazione femminile. L’Italia è il paese UE con il più basso tasso di attività femminile dopo Malta. E’ sempre meno sensato mandare in pensione le donne che lavorano, quando il problema da risolvere è quello di consentire di lavorare alle donne che sono oggi costrette a surrogare un welfare familiare quasi inesistente.

Roma, 3 giugno 2010