Non c’e’ nessun legame tra pedofilia e omosessualità, secondo il Professor Tonino Cantelmi, presidente dell’Associazione italiana Psicologi e Psichiatri Cattolici (Aippc), che così risponde a quanto sostenuto ieri dal Cardinale Bertone.

“E’ una tesi senza fondamento – ha dichiarato Cantelmi all’agenzia di stampa Agi – perchè  il pedofilo è attratto da soggetti pre-puberi, che non hanno sviluppato la sessualità e quindi la pedofilia è una perversione che prescinde assolutamente dall’orientamento sessuale”.

“Dei 10.000 pedofili accertati che ci sono in Italia – continua Cantelmi – la maggior parte ha una vita ‘normale’, con famiglia, e mostrano tendenze eterosessuali. La pedofilia è una perversione psichiatrica che colpisce narcisisti e antisociali, e nasce prima che si sviluppi la tendenza sessuale, quindi in quanto tale riguarda sia etero che omosessuali”. “