Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato del PdL e presidente di Libertiamo:

“Il Ministro Sacconi ha già chiarito che il Governo e la maggioranza terranno conto dei rilievi del presidente Napolitano, non appena questi verranno trasmessi alle Camere, e che, pragmaticamente, proporranno alcune modifiche alle norme sugli arbitrati contenute nel DDL lavoro. Ed è giusto che sia così.

Ma ciò non toglie che le reazioni strumentali dell’opposizione all’intervento del Quirinale mostrino ancora la faccia di una “difesa dei lavoratori” ideologica ed antistorica, disinteressata  alle dinamiche reali del mercato del lavoro. L’esigenza di semplificazione e di procedure anche extragiudiziarie delle controversie sul lavoro risponde all’obiettivo di un mercato del lavoro che superi il feroce dualismo che ancora oggi lo caratterizza – nonostante i tanti miglioramenti degli ultimi anni – e di cui fanno le spese i lavoratori più deboli: donne e giovani (in particolare nel Mezzogiorno). La difesa tetragona e senza alternative dello status quo è una scelta anti-progressista”.