Il Riformista domani premierà Gianfranco Fini come miglior politico del 2009. Il presidente della Camera si aggiudica così la sesta edizione del premio organizzato dal quotidiano diretto da Antonio Polito, raccogliendo il favore di una giuria composta da 53 editorialisti e opinionisti, che gli tributano il riconoscimento “per la sua difesa delle prerogative del Parlamento e per l’attenzione ai diritti degli stranieri”.

Fini non è nuovo alla platea del Riformista, di cui già nel 2003, alla prima edizione, ricevette il medesimo riconoscimento per la “svolta di Gerusalemme”.
Insieme al presidente della Camera saranno premiati anche Giancarlo Galan, come miglior amministratore locale, nonché Enrico Musso, senatore del PdL e Franca Chiaromonte, del Pd, giunti ex aequo nella competizione come migliore parlamentare senza vincolo di mandato.