Categorized | Comunicati

Fini premiato dal Riformista come miglior politico del 2009

Il Riformista domani premierà Gianfranco Fini come miglior politico del 2009. Il presidente della Camera si aggiudica così la sesta edizione del premio organizzato dal quotidiano diretto da Antonio Polito, raccogliendo il favore di una giuria composta da 53 editorialisti e opinionisti, che gli tributano il riconoscimento “per la sua difesa delle prerogative del Parlamento e per l’attenzione ai diritti degli stranieri”.

Fini non è nuovo alla platea del Riformista, di cui già nel 2003, alla prima edizione, ricevette il medesimo riconoscimento per la “svolta di Gerusalemme”.
Insieme al presidente della Camera saranno premiati anche Giancarlo Galan, come miglior amministratore locale, nonché Enrico Musso, senatore del PdL e Franca Chiaromonte, del Pd, giunti ex aequo nella competizione come migliore parlamentare senza vincolo di mandato.


5 Responses to “Fini premiato dal Riformista come miglior politico del 2009”

  1. Luca Cesana ha detto:

    non è per tirarmela ma leggo tre quotidiani tre (più La Provincia di Lecco): il Corriere, il Secolo e il Riformista:)

  2. mario ha detto:

    Tra perdenti ci si aiuta.

  3. Lauro ha detto:

    Absit iniuria, nulla v gli stranieri, ma, sentire che Fini viene premiato per l’attenzione ai diritti degli stranieri e’ il colmo!
    Il premio e’ dubbio….e nel dubbio non lo si dovrebbe consegnare, per piu’ motivi. Se tiene tanto agli stranieri….perche’ non si trasferisce fuori dall’Italia. Nel conseguenziale contradditorio avverso alla realta’…dei diritti, dimentica che e’ italiano, e per giunta Presidente della Camera dei Deputati, cioe’ una carica istituzionale che (nel dante caso) arroga “la non attenzione, il non rispetto nei confronti di cittadini e i di loro, derivati diritti nella qualita’ “innegabile” di cittadini della stessa Repubblica.”
    Nel contesto dei “diritti negati, la decretata “morte civile” da parte del ministero dell’interno, costituisce fondamentale violazione del sustrato della Costituzione e, leggi sotto il suo ombrello” il sottoscritto e’ divenuto..”anche per colpa grave di Fini (via governo Berlusca) e nel predilige gli stranieri, il sottoscritto che nelle sue vene ha sangue italiano, ed e’ nato in Italia da genitori italiani, per la pochezza e truffaldineria di funzionari dello Stato detto di diritto e’ divenuto primo Rifugiato politico degli anni 2000? Che dire? Qual’e’ il vanto per i nostri politici!
    Il Paladino dei poveri.

  4. Enrico ha detto:

    “il sottoscritto che nelle sue vene ha sangue italiano, ed e’ nato in Italia da genitori italiani” ed è così ignorante che scrive qual’è, con l’apostrofo.

  5. Luca Cesana ha detto:

    @ Mario: pfff, non ti preoccupare sto coi perdenti da una vita! Preferisco “perdere” con le persone serie che vincere con bari e cialtroni, che ci posso fà?!?

Trackbacks/Pingbacks