Categorized | Economia e mercato

ENAC in ritirata, Ryanair riapre le rotte domestiche

– Riportiamo il comunicato ufficiale al termine dell’atteso incontro di questa mattina tra ENAC e RYANAIR. Si viaggia con Passaporto o Carta d’identità come sostenuto dagli oltre 85000 partecipanti al  Gruppo Facebook “Non chiudete RYANAIR – Mobilitazione on-line!”. Saranno inoltre accettate le carte AT/BT riconosciute a livelo europeo. No a licenze di pesca, patenti di guida e documenti incerti e scarsamente verificabili. Diffusa soddisfazione per la ritirata dell’ENAC.

Traduzione del comunicato Ryanair a cura di Marianna Mascioletti – di seguito la versione originale

Ryanair, la compagnia aerea preferita dagli italiani, annuncia oggi, 7 gennaio, che ripristinerà tutti i suoi voli sulle rotte domestiche italiane – senza quindi alcuna interruzione – dal prossimo 23 gennaio, poiché Ryanair ed ENAC hanno oggi raggiunto un accordo: tutti i passeggeri che vorranno viaggiare sulle rotte domestiche italiane coperte da Ryanair dovranno presentare all’imbarco o un passaporto o una carta d’identità nazionale riconosciuta a livello europeo in corso di validità, soddisfacendo così pienamente i requisiti di sicurezza applicati a tutti i voli europei Ryanair.

Poiché Ryanair utilizza al 100% il check-in online, è necessario, per la sicurezza di tutti i voli Ryanair, che l’equipaggio di volo e gli addetti all’imbarco possano identificare velocemente e con certezza tutti i passeggeri che stanno per salire sull’aereo, ed è per questo che Ryanair domanda a tutti i passeggeri di presentare o un passaporto, o una carta d’identità nazionale riconosciuta a livello europeo, indipendentemente dal fatto che il volo sia internazionale o domestico, poiché sempre all’interno dell’Unione Europea.

Ryanair accoglie con piacere l’accordo raggiunto oggi con l’ENAC, che aiuterà a soddisfare meglio i requisiti di sicurezza tramite una più certa identificazione dei passeggeri su tutti i voli domestici italiani, e attende con fiducia il 23 gennaio prossimo, data in cui i voli domestici italiani di Ryanair continueranno senza alcuna interruzione.

Dichiarazione, raccolta a Roma, del direttore delle operazioni di terra Ryanair, Adrian Dunne:

“Siamo felici che l’accordo raggiunto oggi con ENAC permetta ai voli domestici Ryanair in Italia di continuare senza interruzione dal 23 gennaio prossimo. Noi riteniamo che la nuova ordinanza dell’ENAC, che richiede a tutti i passeggeri dei voli domestici di presentare in aeroporto o un passaporto o una carta d’identità nazionale valida a livello europeo, migliori le condizioni di sicurezza dei voli domestici all’interno dell’Italia.
“Vogliamo ringraziare il Direttore Generale dell’ENAC, Alessio Quaranta, e le autorità italiane, per l’aiuto e l’assistenza prestati nel risolvere questa querelle, e stiamo cominciando a contattare tutti i viaggiatori che hanno una prenotazione per un volo Ryanair in Italia dopo il 23 gennaio, per rassicurarli che i loro voli saranno operativi come previsto, senza interruzioni, e per assicurarci che tutti questi passeggeri presenteranno in aeroporto o un passaporto o una carta d’identità nazionale valida a livello europeo, così come hanno accettato di fare all’atto della prenotazione del volo su www.ryanair.com .”

Ryanair, Italy’s favourite airline, today (7th Jan) announced that it would restore all its Italian domestic flights – without interruption – from January 23rd next, as Ryanair and ENAC today reached agreement that all passengers intending to travel on Ryanair’s domestic Italian flights will provide either a passport or valid EU/EEA National Identity Card in full compliance with the security requirements, which apply on all Ryanair flights across the EU.
Because Ryanair operates a policy of 100% web check-in, it is imperative for the safety and security of all Ryanair flights, that cabin crew and boarding gate agents can readily identify all intending passengers and this is why Ryanair requires all passengers to produce either a passport or an EU/EEA National Identity Card, regardless of whether the flight is an international or domestic flight in Europe.
Ryanair welcomes today’s agreement with ENAC which enhances the ID and security requirements on all Italian domestic flights and looks forward to the uninterrupted continuation of Ryanair’s domestic Italian flights from 23rd January next.
Speaking in Rome, Ryanair’s Director of Ground Operations, Adrian Dunne said:
“We are pleased that today’s agreement with ENAC will allow Ryanair’s domestic flights in Italy to continue uninterrupted after 23rd January next. We believe that ENAC’s new Ordinanza, which requires all passengers on domestic Italian flights to produce either a passport or an approved EU/EEA National Identity Card at the airport, enhances the safety and security of domestic flights within Italy.
“We would like to thank ENAC’s Director General, Mr Alessio Quaranta and the Italian authorities for their help and assistance in resolving this dispute, and we will now be contacting all passengers with bookings on Ryanair’s Italian domestic flights after the 23rd January to reassure them that their flights will operate as scheduled, without interruption and to ensure that all passengers travelling on these flights will produce either a passport or an approved EU/EEA National Identity Card, as they agreed to at the time of booking their flights on www.ryanair.com.”
Ends
Thurs, 7th January 2010
Stephen McNamara Pauline McAlester
Ryanair Ltd Murray Consultants
Tel: +353-1-8121212 Tel. +353-1-4980300


13 Responses to “ENAC in ritirata, Ryanair riapre le rotte domestiche”

  1. Sandro scrive:

    l’articolo sul sito del Corriere dice tutt’altro, e cioè che Ryanair ha ceduto e accetterà tutti i documenti di identificazione ritenuti validi dall’ENAC

  2. Carmelo Palma scrive:

    Ma l’Enac dice il contrario, a quanto pare…: “Ryanair accettera’, al momento dell’imbarco sui suoi velivoli, tutti i documenti rilasciati dalle autorita’ dello stato italiano”

    http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Economia/Aerei-Accordo-Enac-Ryanair-scongiurato-blocco-voli-compagnia-low-cost/07-01-2010/1-A_000073425.shtml

  3. Marianna Mascioletti scrive:

    Ho scritto (presentandomi come “Italian journalist” :-| ) un’e-mail all’addetta stampa che firma il comunicato, per informare lei e Ryanair del fatto che l’ENAC sta dicendo tutt’altra cosa rispetto alla compagnia e per capire chi ha ragione, spero mi risponda…

  4. Diego Menegon scrive:

    tempo di reazione pochi minuti e ho prenotato subito un volo.

    Per sicurezza devo prendermi la licenza di caccia? Non si sa mai..

  5. Al momento il Gruppo non è più visibile: speriamo bene!

    http://www.facebook.com/group.php?gid=217790768550&ref=mf

  6. Giordano Masini scrive:

    Qualcuno ha un posto per festeggiare con 86000 persone?

  7. DM scrive:

    Ottimo risultato, bravo Alessandro!

  8. Direi la spianata di Santiago de Compostela: 10 Febbraio 2010 Volo Rayanair da Roma Ciampino, andata e ritorno, tasse incluse EURO 33,99. Pranzo al sacco.

  9. Ragazzi, grazie a tutti e scusate se ho devastato le vostre bacheche :-P

  10. alessandro scrive:

    avete ottenuto il rimborso dei soldi dalla ryanair dopo che é successo tutto questo casino?

  11. blic scrive:

    L’articolo è quantomeno parziale. Riporta pedissequamente il comunicato Ryanair. Basta leggere (anche) il comunicato dell’Enac in cui si confermano passaporti e carte d’identità ed in aggiunta i modelli BT e si afferma che è stato concesso del tempo per le perocedure tecniche necessarie a riconoscere anche la patente di guida (e questa è l’apertura dell’Enac).
    Il che è logico. La patente di guida (non ci sono differenze con quella rilasciata fino agli anni 90 dalle prefetture rispetto a quelle rilasciate oggi dalle motorizzazioni civili) consente di guidare anche in tutti i paesi UE. Non valgono per attraversare le frontiere a in Italia sono un documento a tutti gli effetti.
    Licenze di pesca, di caccia, tesserini lavoravorativi sono un’invenzione ryanair, non ne parla la legge ne l’Enac.
    Piottosto non si è ancora chiarito se sono veritiere le segnalazioni di passeggeri accettati a bordo con la patente ma dietro pagamento di penali. Sicurezza o business?
    Niente di male nel business basta che sia legale e non lo si chiami “sicurezza”

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] minuti dopo il Direttore delle operazioni di terra di Ryanair invece gongolava in senso opposto: “Siamo felici che l’accordo raggiunto oggi con ENAC permetta ai voli domestici Ryanair in […]