– Se fossi un leghista doc acquisterei tutte le mattine il Giornale per cominciare bene la giornata. Farei il tifo per una testata che quotidianamente alimenta ad arte lo scontro interno al mio vero concorrente elettorale, ancorché alleato, cioè il PdL; e che scontro! Quello tra Berlusconi e Fini. Che poi, per attaccare il Presidente della Camera, si inventino di sana pianta paralleli con la gestione immobiliare di Di Pietro, che manco la Padania si sognerebbe…..al massimo mi convincerà che non è più necessario acquistare il quotidiano lumbard.Non sulla Padania, del resto, ma sul Giornale, infatti, capita di leggere in prima pagina a nove colonne “Fermiamo gli immigrati islamici”: se questo è il problema, cioè fermare non i terroristi e gli integralisti, ma gli immigrati di fede islamica, allora ci sono Borghezio e la Lega; chi altro se no?

Non solo, leggere che sul principale quotidiano del centrodestra si chiede di “mandare a quel paese” il Presidente della Camera per le sue posizioni sull’immigrazione mi manderebbe in brodo di giuggiole: se nel centrodestra italiano non può avere cittadinanza una visione dell’immigrazione liberale e moderata, consona a quella dei grandi partiti del PPE e diversa da quella leghista, allora prima o poi in molti elettori di centro-destra finiranno per votare direttamente la Lega di Bossi, o no?

Vedendo infine che il Giornale accetta senza fare un plissé che il nord produttivo vada alla Lega con le prossime elezioni regionali – salvo l’eccezione del formigoniano Formigoni– mentre spara a palle incatenate sull’innovativa candidatura pidiellina della Polverini, rea di intelligenza con il nemico finiano, penserei che questi del PdL giocano a sfasciarsi e che in futuro il centrodestra sarà del Bossi e di quel simpaticone del Calderoli.

Tutto questo, se fossi leghista….
Ma siccome sono un deputato del Popolo della Libertà che sostiene Berlusconi da tempi non sospetti (quelli che vedevano il Cavaliere destinato a sicura sconfitta) e che crede nella costruzione di un forte partito europeo e riformatore nel solco delle grandi forze del Partito Popolare Europeo, al mattino leggo il Giornale e mi chiedo se siamo su “Scherzi a parte”.

Fonte Radioradicale.it Licenza 2.5 Ita